ESCLUSIVA – Bellucci: “Sampdoria-Milan è uno snodo cruciale per entrambe, Gattuso è preparatissimo. Samp? Per ora voglio proseguire da solo…”

ESCLUSIVA – Bellucci: “Sampdoria-Milan è uno snodo cruciale per entrambe, Gattuso è preparatissimo. Samp? Per ora voglio proseguire da solo…”

Claudio Bellucci in esclusiva

di Redazione Il Milanista

Di Giovanni Manco

MILANO – Claudio Bellucci è una persona che ha legato fortemente il suo nome alla Sampdoria: prima nel settore giovanile, poi in prima squadra, poi collaboratore tecnico. Ora però, l’ex attaccante doriano, sta proseguendo la sua carriera lontano da Genova ed hai nostri microfoni si è confidato.

Che Sampdoria-Milan sarà? “Sicuramente la Samp avrà un bel jolly in casa per riagganciare la zona Europa. Il Milan ha le ferite del derby perso e sarà una gara importante anche per lei. Si tratta di uno snodo importante per entrambe. Giampaolo non cambierà molto il suo copione, il 4-3-1-2 resta quello. Per quanto riguarda il Milan, come ha detto Gattuso, la squadra spesso non riesce ad andare a prendere alti i difensori avversari… Il tecnico sceglierà in questo senso gli uomini che stanno meglio anche considerando che molti sono andati in Nazionale”.

Come sta crescendo la Sampdoria? “La Samp di Giampaolo è una certezza. Non è riuscita a centrare l’Europa, ma quest’anno sta avendo grande continuità e può farcela. La società è stata brava a tenere sempre Giampaolo ed anche se molti giocatori bravi sono andati via, ne sono arrivati altri bravi. Si tratta di una squadra con una sua identità, che sta avendo continuità e si vede”.

Sei ancora vicino alla società? “Io ho deciso, dopo tanti anni di settore giovanile della Samp, di camminare con le mie gambe ed ho allenato in Serie C. Ho deciso per ora di allenare i grandi e quindi proseguire da solo. Per la Samp però ho un debole particolare, quindi mai dire mai. Cosa sto facendo? L’anno scorso sono stato ad Arezzo ed ora sono ad Albissola dove sono stato esonerato una settimana fa. Un esonero legato a problemi con la società e non ai risultati, abbiamo visioni del calcio distanti anni luce e nonostante i risultati positivi sono stato sollevato dall’incarico. Ma va bene così”.

Cosa puoi dire su Quagliarella? L’uomo dei record… “Che altro dire (ride, ndr). Ormai si sta dicendo di tutto, lui è un highlender. Merita tutto questo perché è un ragazzo da cui i giovani devono prendere esempio sia per quello che fa in campo ma anche per quello che fa fuori dal campo. Spero possa continuare fino a 40 anni perché è un esempio molto positivo per tutti”.

Cosa pensi di questo Milan molto giovane e molto milanista? “Il Milan è un ottimo esempio. Sta facendo un ottimo campionato con giocatori molto forti ed un allenatore molto bravo e preparato. Gattuso ha dato senso di appartenenza insieme a personaggi del calibro di Leonardo e Maldini. Il Milan è una squadra destinata a migliorare vista la politica intrapresa. Giocano molto bene e con molta cattiveria, presa dal loro allenatore. Sono contento per Gattuso, per il Milan e per i suoi tifosi che meritano tutto questo”.

Intanto, arriva la conferma: “è il sogno di Leonardo” > CLICCA QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy