Diario Milan, giorno 2: è più pazzesco perdere col vantaggio di 2 a 0 o criticare così Higuain?

Diario Milan, giorno 2: è più pazzesco perdere col vantaggio di 2 a 0 o criticare così Higuain?

Caro diario… seconda giornata: il commento alla prestazione del Milan.

di Redazione Il Milanista

di ANTONELLO GIOIA

Milan, critiche e rimonte pazzesche: il commento

Gonzalo Higuain, attaccante del Milan.
Gonzalo Higuain, attaccante del Milan.

MILANO – Caro diario, siamo solo alle seconda giornata e già non riesco più a tener conto di quante ne ho dovute subire.

Siamo sicuri che non fossero meglio le vacanze? La risposta sarebbe affermativa se considerassi i meno 6 punti da Juventus e Napoli (con una partita in meno, lo so) e allo squallido 17esimo posto in classifica generale… Ti direi: si, preferivo di gran lunga l’estate e i sogni – utopici o meno – da calciomercato e ombrellone. E invece, questa sera, io ti dico no, altro che la Berté: in fondo il calcio è così strano che puoi vincere 2 a 0 al 60esimo e tornartene a casa a mani vuote, oppure può essere ancora più strano quando si critica il più forte centravanti degli ultimi anni della Serie A ai primi minuti giocati con la nuova maglia. Per il primo aspetto che ti ho sottolineato – quello della rimonta che una squadra come il Milan non può MAI subire – il campo ha detto il vero: il Napoli è più forte del Milan, il Milan pecca in personalità nei momenti topici, in una condizione fisica che, alla prima gara ufficiale stagionale, non può essere ottimale e pecca nello schierare Biglia davanti alla difesa. Diario, te lo scrivo senza mezzi termini: gioca Biglia perché non c’è nessun altro… Cosa possiamo farci?!

Sul secondo aspetto – quello che riguarda Higuain – invece ho tanto da dirti. 111 goal in Serie A, uno dei migliori centravanti al mondo, prima partita con il Milan. Servito poco e male, ha giocato meno palloni tutti. Ma, onestamente, come ha giocato quei palloni?! Gestione ottima, lavoro per la squadra, difesa della sfera e apertura sull’esterno, in barba, spesso, a Koulibaly e Albiol: caro diario, da quanto non vedevamo giocate del genere dalla punta centrale del nostro Milan? Almeno 5 anni, dici bene. E ora che, finalmente, abbiamo un bomber degno di tale nome, cominciamo già a criticarlo. Aspettiamo tempi migliori, anche perché le premesse non sono poi così negative: idee di giro palla, un non-buttiamola-mai che fa soffrire ma alla fine piace, Suso e Jack che sanno il fatto loro e le magie di Calhanoglu in arrivo. Magari già da venerdì. Intanto, Milan vicinissimo al colpo Rabiot a zero: le ultime dalla Francia > CLICCA QUI

Caricamento sondaggio...

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy