Chievo-Milan: il Pistolero torna a sparare e i rossoneri espugnano il Bentegodi

Chievo-Milan: il Pistolero torna a sparare e i rossoneri espugnano il Bentegodi

Ecco il commento della nostra redazione al match vinto dal Milan contro il Chievo

di Redazione Il Milanista

MILANO – Un’altra prestazione poco brillante per il Milan ma, ciò che più conta, è che siano arrivati altri tre punti fondamentali nella corsa alla Champions.

Quinta vittoria consecutiva in campionato e terzo posto consolidato per gli uomini di Gattuso, che si portano momentaneamente a più quattro sull’Inter, in attesa che domani i cugini giochino la loro partita contro la Spal. E pensare che, ad un certo punto, il Milan se l’era vista davvero brutta contro un ottimo Chievo, ultimo in classifica ma mai rinunciatario. Il gol di Hetemaj a fine primo tempo, che aveva pareggiato il vantaggio firmato da Biglia, aveva complicato terribilmente le cose per il Diavolo. Ha dovuto pensarci il solito Piatek a togliere le castagne dal fuoco, segnando il suo ottavo gol in maglia meneghina che fa salire il Milan a quota cinquantuno punti. Serviva una vittoria per arrivare nella condizione migliore al derby, e vittoria è stata.

VERSO L’OBIETTIVO – Pazienza se il gioco non sia spumeggiante, quel che conta è arrivare fino all’obiettivo che si chiama Champions League. Con un gruppo così unito e un centravanti di questo livello, il Diavolo può continuare a sognare in grande. Inoltre, gradualmente stanno rientrando tutti gli infortunati, che daranno il loro importantissimo contributo nel rush finale della stagione. Come ha fatto stasera Biglia, tornato in campo da titolare dopo più di quattro mesi e, soprattutto, tornato in rete. Un gol stupendo, fondamentale e liberatorio, accompagnato dalle lacrime di commozione del centrocampista argentino.

Intanto, colpo grosso in vista per il Milan, ma che sacrificio! > CLICCA QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy