André Silva: “Non fingo infortuni. Futuro? Sono un giocatore del Milan”

André Silva: “Non fingo infortuni. Futuro? Sono un giocatore del Milan”

Le parole di André Silva, attaccante del Milan in prestito al Siviglia.

di Redazione Il Milanista

Milan, parla André Silva

Notizie Milan - André SIlva atteso a Milanello
André Silva, con la maglia del Siviglia, contrasta Varane, difensore del Real Madrid.

MILANO – André Silva, attaccante del Milan in prestito al Siviglia, ha risposto, mediante le righe del quotidiano A Bola, alle accuse del tecnico degli andalusi Caparros, il quale ha insinuato che il centravanti portoghese stia fingendo un infortunio per non scendere in campo con la maglia biancorossa.

Un milanista vero fa colazione con caffè e Gazzetta! Risparmia il 50% sull’edizione digitale!
Segui il Milan ogni giorno con l’edizione digitale della Gazzetta dello Sport a 9,99 al mese anziché 19,99.

Ecco le sue dichiarazioni: “Ovviamente non fingo di essere infortunato, ho la coscienza a posto. Certe insinuazioni mi rendono triste. Non tollero che mi venga puntato il dito contro e che si dica che non ho voglia di lavorare. Il mio futuro? Sono un giocatore del Milan”. Intanto, ecco i primi due colpi del Milan: arrivano due gioielli italiani! > CLICCA QUI

SULL’INFORTUNIO –  “Forse la situazione non è stata gestita nel migliore dei modi, avrei dovuto fermarmi a dicembre, ma il Siviglia ha avuto bisogno di me e volevo anche giocare. È un infortunio che può permettermi di giocare, con dolori e limiti, ma se voglio recuperare completamente devo fermarmi. Quando ha trattato, il dolore lo ha alleviato, ma poi si è di nuovo aggravato. Fino a quel momento non si era mai allenato, anche con dolori. Il mio concetto di professionalità richiede un’estrema dedizione al club, in questo caso per il Siviglia. Chi mi conosce sa che voglio sempre essere un vantaggio. Ho molto affetto per i tifosi del Siviglia. Se hai un infortunio, è fastidioso, insinuazioni su questo genere di cose danno fastidio. Nessuno può accusarmi di mancanza di professionalità, sono un po’ triste perché mettono in discussione i valori a cui tengo molto.  Se in qualsiasi momento avessi pensato esclusivamente a me stesso, non avrei potuto fermarmi tutto questo tempo, perché avrei risolto il problema qualche mese fa”.

FUTURO – “Non mi pento di aver scelto Siviglia. Mi piace la città, il club, mi sento bene qui, sono queste nuove esperienze che mi fanno crescere. Il mio futuro? Sono un giocatore del Milan”.

Caricamento sondaggio...

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy