Amelia: “C’è soddisfazione per il rinnovo di Gattuso”

Amelia: “C’è soddisfazione per il rinnovo di Gattuso”

Le parole dell’ex portiere del Milan su Ringhio, ma non solo

di Redazione Il Milanista

Marco Amelia ha parlato a RMC Sport del rinnovo di Gattuso: “C’è soddisfazione per Rino: conoscendo lui e il suo modo di far calcio sono contento, è un ragazzo eccezionale che vive con passione e sta facendo ottime cose. A differenza degli altri è riuscito a riportare nell’ambiente la filosofia degli anni passati del grande Milan, ma c’è quella sensazione di attaccamento che oggi sento: c’è quell’attaccamento, al di là delle sconfitte, che Rino ha saputo riportare”.

MILAN-INTER – “Non ho visto la partita completa: sembra l’Inter abbia dominato la partita, ma non è così. Ho visto anche un miracolo di Handanovic sulla punizione di Calhanoglu, è facile parlare al 90′, ma gli eventi vanno calcolati minuto dopo minuto: se il Milan fosse andato in vantaggio avremmo magari visto un altro derby. L’Inter poi ha avuto grandi occasioni, ma tutto fa sembrare che il pari sia il risultato più giusto“.

TANTE PARTITE – “Ci sta la stanchezza: prima di Juventus-Milan, vedendo il percorso rossonero, ragionavo su due pareggi possibili a Torino e nel derby. C’è stato solo nel derby, ma il Milan avrebbe meritato un punto anche allo Stadium, sarebbe stato un risultato importante nell’arco del campionato. Vero è che per tornare in una posizione come il 4° posto ci voleva una vittoria contro l’Inter, il successo ieri non c’è stato purtroppo e c’è da sperare di fare il tuo augurandoti passi falsi degli altri”.

CHAMPIONS – “Otto punti sono tanti, ma possono diventare pochi a seconda di ciò che succede domenica dopo domenica: vedo la Roma più avanti dell’Inter e la corsa la farei più sui nerazzurri, che ha un campionato un po’ più complesso del Milan forse. Il Torino è in forma e può mettere in difficoltà l’Inter, il Milan non può sbagliare con il Sassuolo e le distanze potrebbero ridursi“.

GLI ATTACCANTI – “Devi pensare solo a vincere oggi, quindi devi avvicinarti il più possibile alla porta e con più attaccanti: Kalinic è in difficoltà ma ha sempre fatto gol, Cutrone è sempre pericoloso. Devi fare in modo che questa squadra rischi e vinca, mi piace il senso di responsabilità che Rino si è preso con Kalinic: si è reso conto che la situazione si può gestire in maniera diversa. E’ da stimare Rino in questo senso, a Kalinic queste parole avranno fatto piacere”.

SEGUICI ANCHE SUFacebook / Instagram / Twitter

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy