Pirlo sulla Nazionale: “E’ una squadra moderna, giusto puntare su Kean”

Pirlo sulla Nazionale: “E’ una squadra moderna, giusto puntare su Kean”

Parla il “Maestro”

di Redazione Il Milanista

MILANO – I microfoni del quotidiano La Gazzetta dello Sport hanno intervistato Andrea Pirlo, ex centrocampista rossonero che ha toccato vari temi.

CORSA CHAMPIONS – “Alle spalle della Juve, a fine stagione, credo che ci saranno le stesse tre di oggi. Anche se la Lazio adesso sta bene. Il Napoli fa il suo, anche perché era già forte. L’Inter poteva fare di più, ma ha frenato in certi momenti decisivi, ha avuto infortuni e poi la vicenda Icardi. La Roma ha deluso: dopo la semifinale di Champions dell’anno scorso, ci si aspettava una crescita almeno in Italia. Per ringiovanire, hanno rinunciato all’esperienza necessaria a continuare il discorso iniziato”.

CASO ICARDI – “L’Inter resta, chi non gioca perde valore: se Icardi fosse stato ancora fermo, chi lo avrebbe voluto più? L’Inter un altro attaccante ce l’ha: come rientrerà Icardi dopo essere stato fermo così tanto?”.

BALOTELLI E LA NAZIONALE – “Mario si è rimesso in gioco, credo anche per tornare in Nazionale: se ha capito davvero che era l’unica cosa da fare, sarebbe già buon segno. Nel frattempo è giusto chiamare Moise Kean, come si è visto a Udine: non spreca la fiducia che gli danno e quando gioca, spesso fa gol. Mica poco. Questa Nazionale la definisco moderna. Dobbiamo provare a vincere Europeo e Mondiale senza cercare alibi. Abbiamo qualità e la concorrenza non mi pare tremenda”.

Intanto, è derby con Marotta: doppio colpo da urlo! > CLICCA QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy