Zenga: “Montella come la Clinton, poi capita che vinca Trump”

Zenga: “Montella come la Clinton, poi capita che vinca Trump”

L’x nerazzurro: “Bacca che non segna da cinque partite di campionato mi spaventa”

MILANO – Walter Zenga, ex portiere nerazzurro, ha parlato alla Gazzetta dello Sport: “Oggi il Milan è più squadra dell’Inter: lavora con lo stesso allenatore da luglio e ha una base di giocatori giovani e pure forti. Montella veniva da un’esperienza stranegativa alla Samp: arrivò e sembrava Clinton, il sicuro vincitore, ma capita che vinca Trump. Ma uno bravo resta bravo: ha preso forza da quell’esperienza per gestire una squadra nuova e adattare il suo gioco agli uomini che ha trovato. Chi potrà decidere il derby? Eder e Bacca. Eder lo adoro: superprofessionista e uomo con la “u” maiuscola. Ma Bacca che non segna da cinque partite di campionato mi spaventa”. Intanto Suso fa una promessa per il derby…

LEGGI ANCHE ABBIATI: “AL MILAN NON PROFESSIONISTI”

LEGGI ANCHE LE NOVITA SUL CLOSING

LEGGI ANCHE IPOTESI TORO PER GALLIANI

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy