Van Basten: “Sono triste se ripenso a quel Milan”

Van Basten: “Sono triste se ripenso a quel Milan”

L’attaccante: ” È un peccato che la società venga ceduta, perché parliamo di un club storico, con una città grande alle spalle e un pubblico appassionato”.

MILANO – Marco Van Basten ha parlato al Corriere della Sera: “Un aggettivo per Berlusconi? Stimolante, per le vittorie cui ci ha condotto e i campioni che ha portato a Milano. Primo incontro? A Villa San Martino, ero appena arrivato al Milan. Mi fece visitare la casa e mi fece sentire l’inno del Milan che era appena stato composto. Ora siamo alla cessione? Si diventa tristi se si ripensa alla squadra di quegli anni. È un peccato che la società venga ceduta, perché parliamo di un club storico, con una città grande alle spalle e un pubblico appassionato. Ci sarebbero insomma le basi per essere ancora una squadra importante, peccato che manchino i soldi. Il Milan non è più quello di una volta, ma seguendo l’esempio di organizzazione della Juve può tornare a essere un modello”. Intanto dalla Cina l’ultimo scandalo…

LEGGI ANCHE WEAH, MILAN SARAI COME IL PSG

LEGGI ANCHE TUTTI I CAPRICCI DEI CALCIATORI

LEGGI ANCHE SUSO, FAME DI GOL

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy