Taibi: “La papera con lo United? Ci pensavo continuamente”

Taibi: “La papera con lo United? Ci pensavo continuamente”

L’ex rossonero: “Mi spiace di non aver potuto esprimere il mio potenziale”

MILANO – L’ex portiere rossonero Massimo Taibi ha parlato al London Evening Standard della sua esperienza al Manchester United e della sua famosa papera: “Ho lasciato l’Italia nel 1999, perché non ho potuto rifiutare un club così grande come il Manchester United. Non conoscevo Fergusson, l’ho incontrato solo una volta prima della firma. E’ stata un’esperienza fantastica, adoro i tifosi dello United. Fu difficile sostituire Schmeichel e c’era tanta pressione. Il mio debutto con il Liverpool è un gran ricordo. Fu una grande partita e io fui nominato il man of the match”.

“Il Sun mi ha chiamato il “veneziano cieco” dopo la papera? Sinceramente non ricordo come ho sbagliato. (Sospira Ndr) Purtroppo, è stato un incidente di percorso. Fino ad oggi, non so ancora come sia stato possibile. I media furono cattivi con me, ma fa parte del nostro lavoro. I miei compagni invece furono meravigliosi. Ci pensavo in continuazione, ora invece non lo faccio più così spesso”.

“Io via dallo United dopo appena 5 partite? Sono sicuro che sarebbe cambiato tutto, perché avrei potuto giocare subito e fare meglio con la continuità. Ho avuto problemi di famiglia, così sono dovuto andare via. Sono contento della mia carriera, ma mi è dispiaciuto non aver dimostrato il mio potenziale in Inghilterra”. Intanto buone notizie per Niang

LEGGI ANCHE MILAN SU MINA

LEGGI ANCHE RISPUNTA MAMMANA

LEGGI ANCHE TOLISSO OSSERVATO SPECIALE

IlMilanista

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy