Rodrigo Ely: “Abbiamo lavorato duramente per farmi restare qui”

Rodrigo Ely: “Abbiamo lavorato duramente per farmi restare qui”

Rodrigo Ely, ex difensore rossonero, parla delle difficoltà del suo trasferimento a titolo definitivo al Deportivo Alavés.

MILANO- “Rodrigo Ely è felice. ”

Si apre cosi l’articolo del quotidiano spagnolo “El Mondo Deportivo” dedicato all’ex difensore rossonero Ely. Ieri durante la presentazione ufficiale, si scherzava sulla lunga trattativa che lo ha visto protagonista: “Rodrigo ha messo tutto nelle mani del Milan”. Le sue intenzioni erano chiare: una volta terminato il prestito, trasferirsi definitivamente in terra basca, nella sua nuova casa a Vitoria.

 

L’italiano-brasiliano ha espresso il suo desiderio di “incontrare di persona il più presto possibile” il nuovo allenatore Luis Zubeldía. La conversazione telefonica che ha avuto con il tecnico è avvenuta poco prima di accettare l’offerta: “Ho trovato un allenatore intelligente e moderno che conosce il calcio molto bene,” ha detto.

Ha anche parlato con i loro coetanei, con alcuni di loro amicizia con durante la seconda metà dello scorso anno, mentre si fa vicino a Alaves forza del Milan ad accettare la proposta di albiazul. La sua determinazione è stato decisivo, come molti club italiani e Malaga sono interessati a incorporare nella loro disciplina. “Ho parlato con gli altri, Manu Garcia, Ibai Gomez e Óscar Romero, ho detto che volevo tornare a lavorare di nuovo con loro, perché sono molto speciali per me”.

Rodrigo ha voluto poi rimarcare il suo momento positivo:”Qui mi sento di nuovo un giocatore importante e questo è ottimo sia per la mia famiglia che per me,” ha poi continuato sul ricordo indelebile “di ciò che ha vissuto qui”:

“Sono stato molto felice e ciò che ho vissuto con l’Alavés è molto difficile da trovare”, ha detto con un desiderio di “aiutare il club a crescere, perché un giocatore, quando si è trova bene, vuole tornare.”

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy