Pirlo: “Al Milan ho fatto dieci anni fantastici, abbiamo vinto Champions, Scudetti…”

Pirlo: “Al Milan ho fatto dieci anni fantastici, abbiamo vinto Champions, Scudetti…”

L’intervista ad Andrea Pirlo sul Corriere dello Sport.

Andrea Pirlo è stato intervistato dal Corriere dello Sport:Milan? Ho fatto dieci anni fantastici, abbiamo vinto Champions, Scudetti, eravamo un gruppo straordinario. Con Allegri c’erano stati dei problemi perché io ero stato infortunato quattro mesi quell’anno. Sono tornato quando la squadra andava bene e per lui era anche difficile cambiare la formazione. Abbiamo vinto il campionato. Alla fine di quella stagione io ero in scadenza e dopo 10 anni ho deciso di cambiare. Avevo bisogno di qualcos’altro, di mettermi alla prova. Volevo fare una nuova esperienza ed ho provato la Juventus: ero convinto di essere il numero uno e ci sono andato con forti motivazioni”.

ISTANBUL – “Dopo quella partita ci guardavamo in faccia e dicevamo: cos’altro ti può succedere nel calcio? Una partita già vinta, poi subisci tre gol, ma hai altre occasioni per rivincerla ed alla fine la perdi e non ti rendi neanche conto del perché. Poi, per fortuna, il calcio riesce a ridarti anche altre opportunità. E due anni dopo siamo riusciti a rivincerla, quella Champions, sempre contro il Liverpool.

MALDINI – “È stato il leader di squadra più autorevole. Striscioni e fischi a fine carriera? È il calcio italiano, purtroppo è così. Come si fa a fischiare una persona come Maldini, un giocatore che ha dato tutto per una squadra? Per quale motivo? Perché magari non è andato a cena con dei tifosi o perché non ha fatto qualcosa di strano? Paolo è una persona correttissima. Quello che doveva fare lo ha fatto sul campo, lo ha fatto negli spogliatoi. E lo ha fatto, tutta la vita, per una maglia. Purtroppo è così. Sono ben voluti i leccaculo. Purtroppo io non sono così e preferisco finire come ha fatto Maldini”.

Intanto Suso spaventa il Milan…

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy