Pinato: “Galliani era venuto per prendere Antonioli poi prese anche me”

Pinato: “Galliani era venuto per prendere Antonioli poi prese anche me”

L’ex portiere: “Ho visto un livello calcistico favoloso e dei campioni, a mio avviso, inarrivabili”

MILANO – Davide Pinato, ex portiere del Milan, ha parlato a Calcio 2000: “Passaggio al Milan? Al Monza ci alternavamo io e Antonioli. Galliani, che era stato dirigente al Monza, ci conosceva da tempo. Era venuto per prendere Antonioli poi prese anche me, anche se io ero più vecchio di quattro anni. Io avevo fatto solo B e l’allora C. Era un mondo completamente nuovo per me. Inoltre, con Berlusconi, il Milan stava cambiando, era seguitissimo. C’era un’attenzione mediatica pazzesca. Per me non era facile, non ero neanche preparato tecnicamente. Pensa che il primo preparatore di portiere che mi ha seguito l’ho avuto a 22 anni, quando ormai ero già formato…”.

Ricordi di quell’anno? Ho visto un livello calcistico favoloso e dei campioni, a mio avviso, inarrivabili. Van Basten, Baresi, Gullit e via dicendo, una squadra incredibile. E poi Sacchi, un allenatore con delle idee rivoluzionarie. Solo vederlo entrare a dirigere gli allenamenti con il megafono era una novità assoluta”.

Cosa chiedeva Sacchi a voi portieri? Ti racconto un aneddoto… Io ho giocato solo due partite con il Milan, una di queste a Bologna. Sacchi chiedeva sempre di stare alti, altissimi e io mi sono ritrovato a voler anticipare Marronaro di testa a metà campo. Non è andata benissimo, visto che ha segnato… Per fortuna abbiamo vinto 4-1. Intanto il Milan è sconvolto dalle voci riguardanti Donnarumma…

LEGGI ANCHE SPEDITI VERSO IL CLOSING

LEGGI ANCHE LE FRASI PIU’ CELEBRI DI BERLUSCONI

LEGGI ANCHE LI RADDOPPIA L’INVESTIMENTO SUL MILAN

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy