Percassi: “Kessie? Dovremmo prima trovare un pari sostituto”

Percassi: “Kessie? Dovremmo prima trovare un pari sostituto”

Il presidente dell’Atalanta ha parlato della vittoria della squadra, dei nuovi progetti del club, del legame con Montolivo e del futuro di Kessie

MILANO – Ecco le dichiarazioni del presidente dell’Atalanta, Antonio Percassi ai microfoni di Premium Sport dopo il match con il Milan: “Una serata speciale, incredibile, inaspettata, un campionato fantastico, un premio per tifoseria e popolo atalantino. Grazie ai ragazzi, al mister, allo staff tecnico e siamo felicissimi. Noi abbiamo dato il nostro contributo ma è stato fantastico il rapporto che si è creato con il mister nonostante un inizio complicato, abbiamo sempre detto di stare con lui fino alla fine e questo ci ha premiato, questi tifosi che sono così vicini alla squadra meritano tutto questo”.

Poi parla di mercato: “Il fatto che ci siano squadre interessate ai nostri ragazzi è importante vuol dire che l’Atalanta ha creato una sua credibilità, un modello, a noi piace stare con i piedi per terra, restare umili. Il settore giovanile è una nostra forza, abbiamo investito molto e i risultati stanno arrivando. Poi vogliamo fare le cose come si deve, faremo una squadra competitiva come questa e poi vediamo nel mercato cosa succede: a volte a determinate condizione è impossibile trattenere un giocatore ma faremo di tutto perché questo non avvenga. Arrivano diverse telefonate per Kessie, c’è mio figlio che se ne occupa e si sa districare molto bene tra le telefonate che arrivano. Ora pensiamo a finire il campionato, poi vedremo. Se lasceremo andare il ragazzo, vorremmo trovare subito il sostituto di pari grado”.

Sorride quando gli viene chiesto se si rivede nei suoi ragazzi: Caldara rappresenta il giocatore molto simile a me, io ero un po’ più cattivo, continuo a dirglielo di essere più cattivo, io ho smesso a 23 anni e mi dispiace per il calcio italiano perché ha perso un talento della Madonna, ma Caldara farà una grande carriera”.
Su Montolivo:  “Anche noi abbiamo nel cuore Montolivo, è uno dei giovani cresciuti qui che ha fatto una grande carriera e anche stasera lo ha dimostrato, fa parte dello stampo atalantino”.
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy