Pellegatti: “Deulofeu e Ocampos? Due grandi talenti che devono essere più cattivi sottoporta”

Pellegatti: “Deulofeu e Ocampos? Due grandi talenti che devono essere più cattivi sottoporta”

Le dichiarazioni di Pellegatti sul Milan.

Carlo Pellegatti ha parlato in esclusiva a Calciomercato.it: “Ho visto un Milan maturo, è l’aggettivo che meglio definisce la prestazione dei rossoneri contro il Genoa. L’undici di Montella ha mostrato un bel possesso palla, cosciente e sicuro, da grande squadra, indipendentemente dall’avversario che aveva di fronte perché comunque ogni partita in Serie A rappresenta sempre delle insidie. Oltre alla vicenda closing e alle assenze, non era facile poi dimenticare tutto quello che è successo nel match di Torino contro la Juventus, però Montella è stato bravo a preparare la gara durante la settimana e i risultati si sono visti in campo”.

LO SPAGNOLO E L’ARGENTNO – “Il Milan sta crescendo sia come gioco che come mentalità: adesso, per questo finale di campionato, deve essere però un po’ più cinico e prolifico soprattutto in giocatori come Deulofeu e Ocampos, due grandi talenti che creano spesso e volentieri superiorità con le loro giocate, ma che devono essere più cattivi sottoporta”.

MATI FERNANDEZ – “Mi è piaciuto molto, ha dimostrato personalità e carisma. Oltre alle indubbie qualità tecniche, ha realizzato anche un grande gol. Certamente sembra un calciatore più maturo, anche rispetto allo stesso Pasalic: un’alternativa, a centrocampo, con caratteristiche differenti rispetto a tutti gli altri. Tra Mati, Sosa, Kucka e Pasalic, Montella ha comunque tante frecce nel proprio arco in quel ruolo. Il cileno, se sta bene fisicamente, è un giocatore di spessore e sicuramente darà un contributo importante al Milan in questo finale di campionato”.

EUROPA LEAGUE – “Il Milan per centrare l’Europa League deve praticamente vincere tutte le partite con le squadre diciamo di seconda fascia e poi vedersela negli incontri più difficili con Inter, Atalanta e Roma. Le formazioni di Pioli e Gasperini, oltre alla Lazio, hanno avuto finora un cammino più spedito e positivo rispetto ai rossoneri, che devono quindi fare bottino pieno nelle sfide sulla carta meno complicate da qui a fine stagione”.

CALCIOMERCATO – “Donnarumma, De Sciglio e Suso, oltre a Montella, sono dei componenti fondamentali di questa squadra. Adesso vediamo come andrà a finire il closing, anche gli eventuali futuri proprietari conoscono l’importanza di questi calciatori. Sicuramente la questione rinnovi sarà il primo nodo da sciogliere all’indomani dell’accordo tra Fininvest e la cordata cinese, semmai dovesse arrivare la fumata bianca. In questo senso, ci vuole ancora molta cautela. In primis dovrà essere risolta la faccenda Donnarrumma: il futuro del giovane portiere insieme a quello di De Sciglio, secondo quanto mi risulta, saranno i primi due temi ad essere discussi dai nuovi investitori. Poi, a poco a poco, la società parlerà anche con gli altri”.

SEGUI TUTTE LE NOTIZIE SUL MILAN

DONNARUMMA: “VORREI RESTARE, MA…”

IL TOTTENHAM PIOMBA SU SUSO

NICCHI: “VAR? AVREBBE ALIMENTATO POLEMICHE POST JUVE-MILAN”

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy