Morto Carlos Alberto, il capitano del Brasile che sconfisse l’Italia a Messico ’70

Morto Carlos Alberto, il capitano del Brasile che sconfisse l’Italia a Messico ’70

L’ex stella del Santos si è spenta in seguito ad un attacco cardiaco

MILANO – È morto oggi Carlos Alberto Torres, ex calciatore brasiliano che in carriera ha vestito le maglie di Santos, Fluminense, Flamengo e NY Cosmos. L’ex difensore aveva 72 anni e oggi è stato vittima di un attacco cardiaco. Purtroppo non c’è più stato niente da fare. I tifosi italiani lo ricorderanno per la finale del Mondiale in Messico nel 1970. Carlos Alberto era il capitano della selezione brasiliana e siglò la rete allo stadio Azteca che condannò l’Italia alla medaglia d’argento. Nel 2004 il compagno e amico Pelé lo inserì nella sua top 100 dei giocatori viventi più forti di sempre. Il brasiliano è stato anche un grande allenatore in patria, l’ultima esperienza in panchina risale al 2005 quando divenne commissario tecnico dell’Azerbaigian.

LEGGI ANCHE ABBIATI ESALTA DONNARUMMA

LEGGI ANCHE GALLIANI SUL FUTURO DI GIGIO

LEGGI ANCHE ALBERTINI AVVERTE LOCATELLI

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy