Montella alla Domenica Sportiva: “Donnarumma? Il destino dei grandi campioni è essere criticati”

Montella alla Domenica Sportiva: “Donnarumma? Il destino dei grandi campioni è essere criticati”

Vincenzo Montella ha parlato alla “Domenica Sportiva”.

Vincenzo Montella è stato ospite alla “Domenica Sportiva” su Rai 2: “Donnarumma? Il destino dei grandi campioni è essere criticati, ma non ha fatto errori grossolani, ha fatto partite da fenomeno e tutti si aspettavano che fosse la nornalità”.

LOCATELLI – “Ha dimostrato di avere personalità, l’ho tenuto fuori per un problema accusato in settimana. Per i giudizi definitivi bisogna aspettare la fine, siamo partiti da una ricostruzione: nelle ultime partite noi siamo cresciuti moltissimo, abbiamo padronanza del gioco, personalità e nonostante tutto non abbiamo fatto punti. Il nostro obiettivo minimo è l’Europa. Rinforzi? Tutte le squadre sono migliorabili, anche la Juventus ha cambiato nonostane abbia sempre vinto negli ultimi 5 anni”.

MODO DIVERSO DI ALLENARE – “Io sono giovane, alleno da pochissimo, mi auguro di avere sempre la predisposizione a migliorare. Un allenatore deve portare avanti un’idea in funzione dei giocatori che hai a disposizione. Poli? Io faccio delle scelte, non è facile accontentare tutti e mi dispace per Andrea”.

BACCA – “Lui non è un problema, lo è perdere. Oggi si è arrabbiato con sè stesso, non con me. Mi aspetto di più da lui, come da me stesso. Ci sta un momento di flessione: deve stare sereno e lavorare come sta facendo. Lui e Lapadula non li vedo insieme, per le diverse caratteristiche di entrambi, a meno che non ci sia un’emergenza”.

NIANG – “Quando stava bene era un giocatore importante, cosi come Bonaventura: dovendo però valutare la crescita della squadra bisognava fare altre considerazioni. I numeri sono importanti ma non sempre dicono tutto”.

CUADRADO – “Grande giocatore, può giocare in tantissimi ruoli, anche io l’ho avuto a Firenze. Scudetto alla Juve? Mercoledì hanno un bonus, ma ci sono delle squadre che possono fare bene, come Roma e Napoli, il quale sta giocando un bellissimo calcio. Nazionale? Non sono stato contattato, magari in futuro”.

BOLOGNA – “Per fortuna si ricomincia subito, mercoledì abbiamo una nuova sfida da affrontare. L’alimentazione? Siamo professionisti, dobbiamo stare attenti ad ogni particolare: cibo, sonno e altre cose”.

CLOSING – “Milan senza Berlusconi? Se ne parla da tanto tempo, per me l’immagine del Milan vincente è quella con il presidente Berlusconi. Ho scelto la Sampdoria dopo un lungo corteggiamento, ero govane e smaniavo dalla voglia di migliorare. Mi è dispiaciuta come sia andata, ma è servita come esperienza. Nessun torto alla Fiorentina”.  Intanto Caceres rifiuta il Milan

SCOPRI TUTTE LE NOTIZIE DI MILAN

LEGGI ANCHE LODETTI SU MILAN-SAMP

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy