Montella a Milan Tv: “Le squadre che vincono con un gol di scarto sono le più temibili”

Montella a Milan Tv: “Le squadre che vincono con un gol di scarto sono le più temibili”

Il mister: “Lunedì? E’ una memoria e lo sarà per loro. Io e Sinisa rivedremo la partita e cercheremo di migliorare su quei punti”.

MILANO – Al termine di Milan-Torino Vincenzo Montella ha parlato a Milan Tv: “Il secondo tempo? Sì in una situazione tattica difficile e con un avversario ostico. Non è che ci abbia messo sotto. La prima parte eravamo compassati. La partita è scivolata così. Abbiamo fatto male le marcature preventive e abbiamo subito qualche inserimento di troppo. Il secondo tempo siamo scesi in campo con la giusta convinzione. Ha fatto bene Gomez in marcatura preventiva e da qui è nato il gol. Questa è la chiave della partita. Non che prima non rendessimo, ma eravamo appena sufficienti e non possiamo permetterci di scendere in campo come facevo io a scuola. Non bisogna accontentarsi. Già dopo il gol c’è stata la reazione. Nel secondo tempo è riuscito tutto”.

Spina dorsale nuova? Sono contento delle prestazioni. Sosa ha fatto un ottima partita in un ruolo non suo. Non è facile fare certe partite in Italia e ci vuole personalità. Lui l’ha dimostrato considerando che non gioca da tempo. Gomez è cresciuto sulla distanza, ma deve gestire l’irruenza. Fa intravedere le caratteristiche”.

Bonaventura esterno? Bisogna portare avanti più calciatori possibili, sarebbe troppo comodo far giocare gli stessi. Non si può poi pensare che chi gioca meno ti risolva i problemi. Le valutazioni sono fatte guardando molteplici situazioni. Può giocare ovunque. Ventura lo usa in quel ruolo”.

Reazione? A livello nervoso siamo cresciuti. Parte tutto dalla testa e c’era un impeto diverso. Il sapere cosa fare non è mai scemato, anzi…”.

Il Torino? La squadra sta crescendo. Guardiamo anche l’ultima partita. Eravamo stati come mai durante l’anno. Stiamo acquisendo padronanza e portiamo gli avversari a difendersi bassi. Quando una squadra prevale è costretta ad abbassarsi l’avversario”.

Risposte dalle seconde linee? Ci stiamo allungando. Sono pochi quelli che hanno giocato poco o niente. Mi spiace per Poli, merita più spazio. Stanno tutti avendo il loro spazio. Si può essere protagonisti anche giocando 20 minuti. L’entusiasmo di tutti alza il livello”.

Più gioia in campo? Fa piacere ed è uno dei nostri obiettivi riavvicinare i tifosi. Pian piano ci stiamo riuscendo. Dobbiamo avere l’ambizione di crescere”.

Sempre con un gol di scarto? Non so oggi c’è stata cattiveria. Capello diceva le squadre più temibili sono quelle che vincono con un gol di scarto”.

Sembriamo la Juve? Abbiamo alzato il ritmo, non ci stavamo a perdere. E’ stata una reazione d’orgoglio. Ora c’è la Juve a casa loro e avremo ancora voglia di vincere”.

Lo scorso anno eliminato da Mihajlovic? Non l’avevo associato. Il pari tra me è lui è prevalso. Anche col Catania e la Fiorentina”.

Suso come Salah? E’ più tecnico e meno veloce”.

Lunedì? E’ una memoria e lo sarà per loro. Io e Sinisa rivedremo la partita e cercheremo di migliorare su quei punti”.

Intanto i cinesi anticipano il closing…

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL MILAN

VERRATTI SOGNO DI MERCATO

LEGGI ANCHE DONNARUMMA VS BELOTTI

LEGGI ANCHE VIA LIBERA PER DEULOFEU

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy