Mondonico: “Non c’è un reparto del Milan in questo momento che non è migliorabile”

Mondonico: “Non c’è un reparto del Milan in questo momento che non è migliorabile”

Le dichiarazioni di Emiliano Mondonico sul Milan.

 Emiliano Mondonico è stato intervistato, in esclusiva, da MilanNews.it. Ecco le sue parole sul rinnovo di Montella: “E’ chiaro che lo hai avuto un anno e quindi sai vita, morte e miracoli di Montella. Io penso che quando un allenatore viene confermato non ci sono ma e però perché hai avuto un anno per capire come lavora, come gioca e come si comporta. Sicuramente, sono molto più affascinanti le riconferme rispetto a quando ti prendono senza conoscerti bene”.

STAGIONE MILAN  – “Il Milan ha dimostrato che è una squadra altalenante in questa stagione: prima sembrava indirizzata sulla giusta strada, poi ha avuto un calo e alla fine c’è stato lo scatto giusto che gli ha permesso di arrivare sesto e quindi in Europa. Visto quelle che erano le premesse ad inizio stagione, prendiamo per buono quello che è stato fatto quest’anno”.

DOVE RINFORZARE – “In tutti e tre i reparti. Non c’è un reparto del Milan in questo momento che non è migliorabile, tutti e tre hanno bisogno di essere rinforzati se si vuole lottare per un posto in Champions. In questo momento, la difesa non dà le giuste garanzie, il centrocampo non dà sostanza e gli attaccanti attuali non sono quelli che vincono da soli le partite”.

BIGLIA – “L’uomo giusto sono i tre giocatori del centrocampo, non può essere solo uno. In un centrocampo, per fare il salto di qualità, devono andare d’accordo in tre, ci deve essere grande intesa tra coloro che vanno in campo. Biglia è un ottimo architetto in mezzo al campo, ma ha bisogno di un geometra e soprattutto di un muratore”.

MORATA – “Morata è un giovane che ha giocato in grandissime squadre, perciò ha le qualità per giocare in un top club. Però anche lui non può fare la differenza da solo, ha bisogno di avere ottimi compagni di reparto e che il centrocampo giochi in funzione sua. La squadra non è data da uno più uno più uno, ma da 11 giocatori che parlano la stessa lingua. Non dobbiamo pensare che può bastare un giocatore forte per mettere a posto un reparto, serve un elemento di qualità che sappia andare d’accordo sul campo con gli altri compagni di reparto. Tutti i reparti del Milan devono essere migliorati”.

VICENDA DONNARUMMA – “Donnarumma ha come agente Raiola, che è un procuratore navigato che non puoi accontentare con un cioccolatino. Serve quindi anche gente navigata nel Milan che sappia proporre altre soluzioni”.

Bacca in premier…

Ilmilanista.it

2

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy