Stesso turco, modulo nuovo

Stesso turco, modulo nuovo

lo schema tattico rinnovato ha ridato linfa al giovane talento rossonero che contro l’Austria Vienna ha impressionato il Praet.

Milano- L’arrivo di Calhanoglou al Milan quest’estate non convinceva del tutto la piazza Milanista. Il suo curriculum lasciava perplessi i più, lo score dei minuti giocati lo vedeva fermo da circa quattro mesi per squalifica, rimediata per non avere rispettato il contratto con il Trabzonspor firmato nel 2011.

 

calhanoglu milan

I maggiori dubbi sul turco riguardavano il credo tattico che il nuovo Milan di Montella doveva seguire per sfruttare al meglio le caratteristiche tecniche del giovane talento. Da prima il modulo adottato dal mister Montella, il 4-3-3 con Calhanoglou esterno d’attacco non l’ha valorizzato, facendogli rimediare una brutta prestazione con il Cagliari e la panchina con la Lazio. La partita di ieri sembra essere stata la partita spartiacque per il Milan, il mister e Calhanoglou che con il nuovo 3-5-2 ispira ed è ispirato. Se il nuovo modulo sarà la soluzione per non incappare in una figuraccia come quella di Roma solo il tempo lo potrà dire.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy