Maniero: “Cutrone sorprendente, Bonaventura meglio mezz’ala”

Maniero: “Cutrone sorprendente, Bonaventura meglio mezz’ala”

L’ex attaccante del Milan ha parlato dell’inizio di stagione, di Cutrone, del ruolo di Bonaventura e dell’importanza di Lucas Biglia

MILANO – La redazione di MilanNews.it ha contattato Filippo Maniero, che ha dato un giudizio a questo inizio di stagione del Milan: “Fa piacere vedere il Milan cominciare la stagione in questo modo. Passare il turno di coppa ed entrare nei gironi era un obiettivo ed è stato raggiunto. In campionato è partito benissimo. Sono tutte cose positive che fanno morale in una stagione che dovrà essere quella del rilancio per il Milan. Ora, però, cominciano ad arrivare le situazioni un po’ più difficili anche a livello di avversario e si potrà dare un giudizio più positivo su questa squadra”.

Lazio-Milan, Lucas Biglia – “E’ un giocatore di assoluto affidamento. La carriera parla per lui: nazionale argentino, ha giocato tantissime partite con la maglia della Lazio. E’ una presenza che può giovare a una squadra formata anche da ragazzi giovani. Presenze come la sua e quella di Bonucci sono fondamentali in questo senso. Biglia sarà sicuramente un valore aggiunto. Certo, bisognerà aspettarlo e vedere come si inserirà nel contesto Milan, anche se dal punto di vista tecnico non credo avrà problemi”.

Su Bonavenura – “Può fare sia uno che l’altro. Dal punto di vista tattico, probabilmente, può essere fondamentale a centrocampo perchè è difficile trovare un giocatore che sappia fare come lui entrambe le fasi di gioco alla stessa maniera. Quindi tra le due direi che può essere utilizzato come mezzala”.

Su Cutrone – “Penso sia una sorpresa un po’ per tutti. E’ un ragazzo interessante che si è fatto valere sia nel pre-campionato che nelle partite che contano. Se un ragazzo riesce a giocare alla stessa maniera sia che siano amichevoli o che siano partite ufficiali, vuol dire che è interessante e che ha qualità. Sì, io lo farei giocare titolare domenica. In questo momento è una pedina di cui non si può fare a meno. Quando vedi che un attaccante segna con regolarità come lui è anche giusto farlo proseguire su questa strada. Il difficile viene adesso, anche dal punto di vista degli avversari, che avranno maggiore attenzione su di lui. In questo modo si potrà vedere se il ragazzo ha la caratura da Milan o se conviene mandarlo in prestito a farsi le ossa”.

 

SEGUICI SU TELEGRAM: CLICCA QUI!

 

Ilmilanista.it

 

4

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy