Livieri: “Locatelli? Gli ho detto ‘non sei umano'”

Livieri: “Locatelli? Gli ho detto ‘non sei umano'”

L’ex rossonero: “E’ un portiere completo nonostante abbia 17 anni e non mi stupisce sia così”

MILANO – Alessandro Livieri, Primavera del Milan ora al Feralpisalò, ha parlato a Gianlucadimarzio.com: “Me ne sono andato perché erano finiti gli stimoli e sapevo che il mio percorso doveva passare da una categoria inferiore (ma non facile) come la Lega Pro. Volevo mettermi in gioco, ma ovviamente devo ringraziare il Milan. Ho avuto la fortuna di trascorrere tanto tempo al Milan e stringere grandi amicizie. Niang è un bravissimo ragazzo, molto umile. Con Manuel abbiamo stretto amicizia già in Primavera, lui ’98 ed io ’97. E quando ci hanno aggregato alla prima squadra si è rafforzato il nostro legame. Gli ho scritto subito un sms, “non sei umano” perché è così. Quando ho visto il suo gol ero sconvolto, mi sono emozionato. Sono rimasto davvero a bocca aperta e conoscendolo come ragazzo ancora di più. E’ una persona eccezionale, mi vengono i brividi soltanto a ripensarci. Ci siamo sentiti e ci siamo fatti i complimenti. Può diventare un grande campione. Donnarumma? Siamo stati insieme un anno e mezzo tra giovanili e prima squadra, lo conosco bene. E’ un portiere completo nonostante abbia 17 anni e non mi stupisce sia così, può diventare il miglior portiere al mondo. Rivalità? No, solo nelle fasi finali della Primavera. Io mi ero fatto male al ginocchio e sono stato fuori 4 mesi, hanno chiamato lui e… Ritrovarsi tutti al Milan? Magari! E’ una grande famiglia e sono stato benissimo, ti fanno sentire a casa. Ma ora penso alla Feralpisalò, a fare bene e trovare continuità”. Intanto Montella si arrabbia…

LEGGI ANCHE MAROTTA ACCUSA IL MILAN

LEGGI ANCHE LA MOVIOLA DI GENOA MILAN

LEGGI ANCHE IL MILAN FALLISCE LA PROVA

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy