Le voci, Zhenhua: “Il calcio italiano è al centro del mondo, siamo qui per imparare”

Le voci, Zhenhua: “Il calcio italiano è al centro del mondo, siamo qui per imparare”

Il presidente della federcalcio cinese ha parlato della probabile cessione del Milan e dei mondiali di calcio che potranno svolgersi in oriente

 

MILANO – Dalle pagine de La Gazzetta dello Sport, il presidente della Federcalcio cinese, Cai Zhenhua, ha parlato del calcio italiano, glissando sul futuro del Milan: “Il calcio italiano è al centro del mondo, siamo qui per imparare. Quali italiani porterei a giocare in Cina? Ce ne sono tanti che mi piacciono, troppi. Dico Buffon e Balotelli, e poi ovviamente Conte. Sviluppi sul Milan? Io sono qui per la Federazione, quindi non sono proprio al corrente di tutti i livelli di business fra le parti. Di sicuro però la Cina ama il calcio. Poiché in passato abbiamo ospitato anche tante altre competizioni, visto che noi abbiamo 1.3 miliardi di abitanti, fare calcio è un nostro desiderio. Stiamo lavorando a tutti i livelli per l’edizione del 2026 del Mondiale, ma se l’edizione del 2022 si svolgerà in Qatar, dovremmo aspettare teoricamente il 2030”. Ecco le parole di Shevchenko: CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy