Lapadula: “Quando ha chiamato il Milan è stato subito amore”

Lapadula: “Quando ha chiamato il Milan è stato subito amore”

L’attaccante: “Il primo gol in A? Un’ emozione forte e unica, spero di viverne tante altre”

MILANO – Gianluca Lapadula, dal ritiro della Nazionale, ha risposto a 10 domande. “Prima volta che ho tirato un calcio a un pallone? A 4 o 5 anni. Nel campetto a Torino e giocavo in porta”

“Il mio soprannome (Sir William)? A 13 anni mio fratello, dopo aver visto Brave Heart, mi ha visto giocare con cattiveria agonistica e mi ha etichettato”.

“La prima volta che ho fatto crescere i baffi? Ora spesso, la prima volta a 18 anni. Il baffo è alla moda (ride)”.

“Primo viaggio all’estero? Ero col Parma per il ritiro invernale. Mi ricordo a Malta”.

“Prima partita all’estero? In Slovenia”

“Primo gol in rovesciata? Sempre in Slovenia con il Maribor”.

“Prima volta che ho capito che avrei potuto sfondare nel calcio che conta? Non l’ho mai capito. Sono sempre andato avanti senza guardarmi indietro”.

“Cosa ho pensato quando ho sentito che mi voleva il Milan? Ero a pranzo con il mio agente. Appena ho sentito Milan è stato subito amore”.

“Il primo gol in A? Un’ emozione forte e unica, spero di viverne tante altre”.

“Prima esultanza per la Nazionale? Mi ricordo il mondiale del 2006 per la Coppa del Mondo. Il gol di Grosso mi ha emozionato. Ho fatto tanto casino”.Intanto tutte le big vogliono Donnarumma…

LEGGI ANCHE MILAN 4 ESUBERI VICINO ALL’ADDIO

LEGGI ANCHE BACCA CRISI DI GOL

LEGGI ANCHE PASALIC TITOLARE NEL DERBY

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy