Kaladze twitta per Trump e dice: “Gli attaccanti più forti? Ibra e Del Piero”

Kaladze twitta per Trump e dice: “Gli attaccanti più forti? Ibra e Del Piero”

L’ex rossonero: “Dopo il Milan potevo andare alla Juve, ma non ero al top e volevo una piazza dove poter giocare per tornare ai miei livelli”

MILANO – L’ex rossonero Kaladze ha parlato al Secolo XIX: “Amo l’Italia ma volevo tornare in Georgia, fare qualcosa per il mio Paese. Ma delle poltrone non mi importa nulla. Bisogna solo dare il top, nel ruolo dove sei più utile”.

“Come mai la politica? Volevo dare una mano alla mia gente, a chi vive in condizioni di sofferenza. Impegnarmi per una Georgia libera e democratica in cui i miei figli possano crescere felici. Non è stato facile cambiare, ma ora mi sento come un pesce che nuota nella sua acqua”

Tweet di benvenuto a Trump? Tutti pensavamo che vincesse Clinton ma credo che anche con Trump sarà possibile dialogare. In campagna elettorale si dicono tante cose ma poi quando si governa è diverso”.

“Il calcio? Non ho molto tempo per seguirlo, ma sono molto legato ai club dove ho giocato. Il Milan mi ha fatto vincere tutto, in particolare le due Champions League, i successi più belli. Eravamo fortissimi. E al Genoa ho trovato un pubblico che era il numero uno, tifosi caldissimi, che vivono per il Grifone. Dopo il Milan potevo andare alla Juve, ma non ero al top e volevo una piazza dove poter giocare per tornare ai miei livelli. Gasperini mi ha ricostruito fisicamente e il primo anno sono stato tra i migliori difensori della A”.

“Berlusconi? È stato un grande presidente, con lui il Milan è diventato il club più forte d’Europa. Ci era sempre vicino, con lui avevo un gran bel rapporto. Come politico è stato tre volte capo del governo, un personaggio importante per l’Italia. Il mio partito è social-democratico, di posizioni diverse rispetto al suo, ma lo stimo molto, è un grande uomo”.

“L’attaccante più difficile? Ibra era molto fastidioso. E poi Del Piero. Ma quando giochi con Nesta e Maldini puoi fermare chiunque».

“Un consiglio di mercato? Kvirkvelia, difensore della Georgia e del Rubin Kazan. E poi stiamo investendo molto sui giovani, per cui tra un po’ sbocceranno tanti giocatori interessanti. Perché anche se sono in politica non mi sono dimenticato dell’importanza dello sport”. Intanto Schweinsteiger si avvicina al Milan…

LEGGI ANCHE ABBIATI: “INTER SFAVORITA”

LEGGI ANCHE BACCA RESTA AL MILAN

LEGGI ANCHE BALOTELLI SENZA REGOLE

IlMilanista

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy