Kakà: “Sono grato al Milan e ai compagni”

Kakà: “Sono grato al Milan e ai compagni”

L’ex rossonero torna a parlare degli anni vissuti al Milan: in particolare il 2007 ha rappresentato un momento importante della sua carriera, vincendo con la maglia rossonera la settima Champions, l’ultima vinta dal club.

MILANO – Ricardo Kakà è tornato a parlare del successo di Atene di ben dieci anni fa, intervistato da La Gazzetta dello Sport. 

Ecco le sue parole: “Ho ricordi bellissimi, perché è stato l’anno migliore della mia carriera. Mi dispiace non essere stato a Milano quando i miei ex compagni si sono riuniti per i dieci anni, ma ho chiesto di rifare la cena ogni anno, per rivederci, non solo per celebrare la Champions. È stato un anno speciale per me e sono grato al Milan e ai compagni: senza il gruppo non avrei raggiunto i successi individuali”.

KAKA

Il successo di Atene

 

Esattamente dieci anni fa, il 23 maggio 2007, il Milan vinse per la settima volta nella sua storia la Champions League, il più prestigioso torneo europeo per squadre di calcio di club.

Fu una finale speciale per diversi motivi: fu l’ultima disputata da un gruppo di calciatori fra cui Paolo Maldini, Andrea Pirlo, Clarence Seedorf, Gennaro Gattuso che sono entrati nella storia del calcio e che dopo poco smisero di giocare; ma soprattutto su importante la vittoria contro il Liverpool, che due anni prima aveva vinto la Champions League battendo in finale proprio il Milan dopo una rimonta così incredibile da restare nella storia del torneo, e diventare un trauma per i tifosi rossoneri.

E’ raro che nel calcio accadano rimonte come quella del Liverpool (da 3-0 a 3-3, con successiva vittoria degli inglesi ai rigori), ma lo è ancor di più che accadano nella finale della maggior competizione europea; ed è uno sviluppo all’altezza di un film o di un romanzo che soltanto due anni dopo, con praticamente lo stesso gruppo di giocatori e lo stesso allenatore, Carlo Ancelotti, il Milan sia riuscito a giocare di nuovo una finale di Champions League: e per giunta che l’abbia giocata di nuovo contro il Liverpool.

Nel 2007 finì 2-1 per il Milan: Filippo Inzaghi segnò al 45esimo e all’82esimo, il Liverpool tornò in partita all’89esimo con un gol di Dirk Kuyt ma non fu sufficiente. Quella del 2007 rimane l’ultima Champions League vinta dal Milan.

kaka maldini 2

I successi in carriera di Kakà

 

Il brasiliano cresciuto nel San Paolo, con il quale ha vinto un torneo Rio-San Paolo e un Supercampionato Paulista dimostrando già di essere un giovane promittente del panorama calcistico internazionale, è arrivato a Milano nel 2003. Con la maglia del Milan in sei stagioni ha conquistato un campionato italiano, due Supercoppe UEFA, una Supercoppa italiana, una Champions League e un Mondiale per club.

Poi dal 2009 al 2013 ha vestito la maglia del Real Madrid, vincendo una Coppa di Spagna, un campionato spagnolo e una Supercoppa spagnola e successivamente ha fatto ritorno prima al Milan e poi al San Paolo mentre dal 2015 milita nell’Orlando City.

Nel novero dei calciatori più forti della propria generazione, nel 2007 ha vinto il Pallone d’oro, ambito premio istituito da France Football, e il FIFA World Player of the Year.

Ma il Milan vuole tornare in Champions League. E’per questo che procede con grandi operazioni di mercato…CONTINUA A LEGGERE

3

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy