Il sondaggio, c’è un gay in rosa? L’8% dei tifosi non seguirebbe più la squadra

Il sondaggio, c’è un gay in rosa? L’8% dei tifosi non seguirebbe più la squadra

Il 61 % degli intervistati dalla BBC è a favore del coming out

MILANO – Parlare di gay nel calcio è ancora un tabù. Basta pensare a quanto successo qualche anno fa quando ne parlò Cassano dal ritiro della Nazionale. La BBC ha promosso il sondaggio della ComRes che cercava di capire la reazione dei tifosi ad un evetuale “coming out” dei calciatori omosessuali in Premier League.

A favore – L’82% degli intervistati ha dichiarato di non avere nessun problema a riguardo e addirittura il 61 % dichiara che farebbero bene a dichiararsi e che dovrebbero incoraggiare eventuali compagni. Per adesso nessun giocatore in attività nel campionato inglese si è mai dichiarato. Due sono i casi di coming out. Il primo di Hitzlsperger, ex Aston Villa, che si è dichiarato dopo il ritiro. Il secondo di Robbie Rogers che rivelò di essere omosessuale dopo aver abbandonato il Leeds United ed essere approdato in Mls.

Contrari – Sconcertante però come quasi una persona su 10 non solo non approverebbe, ma smetterebbe addirittura di seguire la propria squadra se in rosa ci fosse un gay. Troy Townsend, responsabile dell’organizzazione per l’uguaglianza nel calcio ha dichiarato al Sun: “Sappiamo che ci sono giocatori gay . L’indagine mette in evidenza il problema e pone la domanda se vi è un ambiente sicuro all’interno del calcio affinché i calciatori parlino della propria sessualità”. Intanto Montella si arrabbia…

LEGGI ANCHE MAROTTA ACCUSA IL MILAN

LEGGI ANCHE LA MOVIOLA DI GENOA MILAN

LEGGI ANCHE IL MILAN FALLISCE LA PROVA

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy