Grassani sul caso Strootman: “Banti lo ha ammonito, quindi aveva visto…”

Grassani sul caso Strootman: “Banti lo ha ammonito, quindi aveva visto…”

L’avvocato esperto di diritto sportivo dice la sua sulla revoca della squalifica del giocatore della Roma

MILANO – Mattia Grassani, ai microfoni di Premium, si è soffermato sul caso Strootman. Il giocatore della Roma, squalificato inizialmente con la prova televisiva dopo aver gettato l’acqua al centrocampista della Lazio, Danilo Cataldi, è stato successivamente scagionato dalla Corte Sportiva d’Appello che ha deciso di annullare il provvedimaneto. Al riguardo, l’avvocato Grassani ha dichiarato: “È prevalso il buon senso. La Corte ha posto fine all’uso indiscriminato della prova tv da parte del giudice sportivo, che già meritava qualche critica dopo la sentenza iniziale. Non si poteva pensare che quanto visto e deciso dall’arbitro potesse essere rimesso in discussione con un mezzo tecnologico, anzi è proprio quello che la prova tv vuole evitare. La prova tv opera quando l’arbitro vede qualcosa che non c’è o non vede qualcosa che c’è. Banti ha ammonito Strootman quindi aveva visto. Si voleva vivisezionare l’intensità della strattonata rispetto alla caduta del giocatore. Ma il contatto era stato visto dal direttore di gara, quindi la prova tv non era ammissibile”.

Il Milanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy