Ganz: “Il Milan non dovrà sbagliare nulla per vincere a Bergamo: sarà una sfida molto interessante”

Ganz: “Il Milan non dovrà sbagliare nulla per vincere a Bergamo: sarà una sfida molto interessante”

Le dichiarazioni di Ganz a SportMediaset.it.

Maurizio Ganz ha parlato a 4-4-2 su sportmediaset.it: “Atalanta-Milan sfida decisiva per l’Europa? L’Atalanta se gioca come sa è difficile che possa sbagliare l’obiettivo europeo. Ha un grande vantaggio sul Milan, sta bene mentalmente e fisicamente. Il Milan non dovrà sbagliare nulla per vincere a Bergamo: sarà una sfida molto interessante.”

Rossoneri in crisi dopo il cambio di proprietà? “Questo closing che è durato molto non ha aiutato la squadra e l’ambiente. Ci sono state troppe voci extracalcistiche che non hanno fatto bene alla squadra: è difficile scendere in campo non sapendo cosa riserverà il futuro. Poi anche la qualità tecnica della squadra è calata: tra Milan e Inter non è un bel vedere ultimamente”.

Un giudizio su Montella? “Vado controcorrente e dico che secondo me Montella ha fatto un ottimo lavoro: sia tatticamente che sotto l’aspetto del gioco. Ha lavorato molto anche sulla gestione dello spogliatoio che negli ultimi anni non è mai stato così unito. Penso che il problema del Milan sia stato in avanti. Io mi ricordo che nel Milan del passato le punte erano sempre 4-5. Invece quest’anno ci sono solo 2 punte centrali, poi tutti esterni: questa secondo me è un difetto della rosa rossonera. Quest’anno il Milan è mancato in avanti, non ha avuto i grandi centravanti da 15 gol e poi da quando si è fatto male Bonaventura è peggiorato maggiormente.”

Belotti o Petagna per il Milan? “Belotti è un giocatore straordinario che è cresciuto tantissimo negli ultimi due anni. Petagna era del Milan e l’hanno lasciato andare. L’esonero di Pioli? Per me è sempre un male, mandare via un mister a tre giornate non è un bel segnale. Credo che Pioli abbia fatto un buon lavoro e penso che nel momento chiave della stagione sono mancati alcuni giocatori. La colpa è di tutti, non solo dell’allenatore. Icardi dopo le difficoltà dell’inizio con i tifosi ha però dimostrato grande voglia e grande attaccamento per la maglia, a differenza di altri. Nelle milanesi ci sono ambienti difficili in questo momento ma bisogna riordinare e ragionare di più. Poi servono acquisti importanti. La Lazio e l’Atalanta hanno dimostrato che avere un gruppo compatto e concentrato sull’obiettivo ti porta a fare stagioni importanti pur con organici inferiori a Milan e Inter”

l’attaccante vuole un top club: Milan bocciato…

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy