Festa: “L’operazione dei cinesi è in stile Thoir”

Festa: “L’operazione dei cinesi è in stile Thoir”

Il giornalista: “Per il Milan è una scommessa tutta da verificare”

MILANO – Carlo Festa, giornalista del Sole 24 ore, ha fatto il punto sulla cessione del Milan tramite il suo blog: “Una bella fetta di debito conferita da banche, nei veicoli a monte della catena, e un’altra porzione di ‘equity’, cioè risorse proprie, da parte degli investitori. Il risultato è che , teoricamente, in questo modo a Fininvest arrivano soldi degli investitori: insomma, il fatto che siano presi a prestito non risulta. Come vendere la casa, non sapendo che chi la compra si è fatto dare i soldi dalla propria banca. Resta da capire quale parte dei 500 milioni siano risorse proprie e quanto siano debito con le banche cinesi per evitare che la struttura dell’operazione sia troppo in tensione finanziaria: anche perché la campagna di investimenti prevede ulteriori 350 milioni per rafforzare in tre anni il club rossonero oltre al riassetto delle linee di credito in capo al Milan con le banche italiane (per altri 200 milioni). (…) La quotazione in una Borsa asiatica diventa un traguardo quasi scontato, visto che le banche non potranno essere ripagate con i flussi generati dal Milan. Così la quota degli investitori mancanti sarà al momento coperta dalle banche cinesi, ma se entreranno ulteriori investitori si ridurrebbe la «leva». Insomma, un’operazione finanziaria a tutti gli effetti quella sul club rossonero, volta dunque alla quotazione o forse alla cessione futura a un soggetto dalle spalle più grosse. All’Inter con Thohir è andata alla fine bene, visto che poi il club nerazzurro è finito a Suning. Per il Milan è ancora una scommessa tutta da verificare”. Intanto i cinesi escono allo scoperto…

LEGGI ANCHE FABREGAS: “RESTO AL CHELSEA”

LEGGI ANCHE PSG SU BACCA

LEGGI ANCHE I RESUSCITATI DAL PALLONE

LEGGI ANCHE PALETTA: “GRAZIE MONTELLA”

Ilmilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy