Ds Milan: “Suso? Mihajlovic lo faceva giocare in una posizione non sua”

Ds Milan: “Suso? Mihajlovic lo faceva giocare in una posizione non sua”

Maiorino: “Avendo sempre creduto molto in lui, si è cercato di dargli continuità e fiducia in quel posto dove potesse avere tempo per crescere”

MILANO – Rocco Maiorino, direttore sportivo del Milan, ha parlato a Milan Tv: “Quando un giocatore entra a far parte del gruppo, soprattutto a stagione in corso come nel caso di Suso, non è mai semplice. Anche perchè lui veniva da un’esperienza nel campionato inglese. In più aveva avuto un’esperienza all’Almeria. Veniva inserito in un gruppo in cui c’erano i suoi equilibri, con Honda che giocava nella sua posizione. Ha avuto bisogno di un periodo di adattamento nei primi mesi. In più c’era il fatto che l’allenatore magari chiedeva cose diverse. Questi i primi 6 mesi. Dopo Inzaghi è arrivato Mihajlovic e si è provato a farlo giocare in una posizione che lui non sentiva sua. Quando l’ho conosciuto lui giocava nella nazionale spagnola mezzala sinistra. In quel momento avevo intravisto anche nelle sue qualità che potesse giocare più vicino alla porta. Forse lui non sentiva suo il ruolo di trequartista e forse non gli è stata data nemmeno l’opportunità di potersi esprimere con continuità in quel ruolo. Poi c’è stato anche un equivoco tattico nei primi mesi di Mihajlovic in cui non si era capito quale potesse essere lo schema tattico adatto per la squadra. Avendo sempre creduto molto in lui, si è cercato di dargli continuità e fiducia in quel posto dove potesse avere tempo per crescere. Ha fatto molto bene al Genoa, è tornato con un allenatore a cui piacciono più i giocatori con le caratteristiche di Suso. Ora gioca con fiducia ed è più libero di esprimersi”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy