Collovati: “Niang? Non ha il gol nel sangue”

Collovati: “Niang? Non ha il gol nel sangue”

L’ex rossonero: “Bacca? E’ destinato a partire, non ha senso aspettare 6 mesi”

MILANO – Fulvio Collovati, ex giocatore del Milan, ha parlato a Milannews.it: “Montella? Montella ha dato organizzazione ed equilibrio in campo. Il Milan quest’anno sta vivendo un momento di serenità in cui le vicende societarie non toccano minimanente nè Montella nè la squadra. Quando c’è la combinazione di questi elementi arrivano anche i risultati. Negli ultimi anni ci sono state tante critiche da stampa e tifosi attorno al Milan e la squadra percepiva e assorbiva gli umori negativi della piazza. Cosa che non sta succedendo quest’anno. Contro la Roma secondo me ha fatto un primo tempo ottimo. Poi, chiaro, il calcio è fatto di opportunità e non ha sfruttato il rigore che poteva portare il Milan in vantaggio. Credo che questa sia una squadra costruita per giocare più di rimessa, di conseguenza se vai in vantaggio sei facilitato. Il Milan sembra più convinto dei propri mezzi, è stata una sconfitta che ha dato consapevolezza di potersela giocare alla pari con le prime della classe. Il Milan sta reggendo, è una squadra arrivata al girone d’andata con una squadra che sta competendo per un posto per la Champions League”.

Atalanta?  L’Atalanta è reduce da un campionato straordinario e due sconfitte di cui l’ultima inaspettata, con l’Udinese, poteva finire 5-0 in vantaggio il primo tempo. Non credo che il Milan commetterà l’errore di sottovalutare l’Atalanta, perchè è una squdra che gioca bene e che corre e che nelle partite in trasferta ha spazi e ha gente agile come Gomez. Il Milan imporrà la partita e dovrà stare attento a non concedere spazio all’Atalanta. Dal punto di vista tecnico il Milan ha dei giocatori superiori. Bonaventura, Suso dovranno fare la partita”.
Locatelli non in campo per la diffida? Io non ragiono così, nel calcio non bisogna calcolare. Questi ragionamenti li fanno i tifosi, non gli allenatori. La formazione migliore in questo momento penso contempli Locatelli quindi se sta bene farei giocare lui. Con la Juventus poi si penserà. Vincendo domani, con una contemporanea vittoria della Juventus sulla Roma, il Milan sarebbe secondo a pari punti con i giallorossi”.
Niang? Innanzitutto ha commesso un erorre a Roma, parliamoci chiaro: quello di voler ribattere il rigore a tutti i costi dopo l’errore la domenica prima contro il Crotone. Dal punto di vista della personalità è stato un segnale forte, però sbagliandolo adesso è caduto in depressione ancora di più. Non avrebbe dovuto batterlo lui. Detto questo, è un momento negativo che passerà sicuramente. E’ partito alla grande, però i tifosi del Milan non devono aspettarsi che sia un goleador. E’ un esterno che può giocare anche come punta centrale, ma lavora tanto per la squadra. Non ha molto senso del gol. Può capitare la doppia cifra, ma il gol non ce l’ha nel sangue”.
Lapadula o Bacca? A questo punto forse farei giocare Lapadula domani e Bacca contro i bianconeri. Magari si sblocca sentendo aria di profumo internazionale. In un palcoscenico del genere probabilmente conta anche il fattore psicologico, l’esperienza”.
Mercato per Bacca? Bacca è un giocatore destinato ad andare via dal Milan. Aspettare 6 mesi non ha senso, se capita l’opportunità il Milan è giusto che lo lasci partire già nella sessione invernale programmando già il futuro prendendo un centrocampista come Badelj, prendendo un ottimo esterno. C’è bisogno di un regista a centrocampo perchè, non essendoci Montolivo, c’è solo Locatelli in quel ruolo”. Intanto Montella ha fatto la sua scelta….

LEGGI ANCHE BUON COMPLEANNO MILAN

LEGGI ANCHE SFIDA TRA VIVAI: MILAN-ATALANTA

LEGGI ANCHE MILAN SU KEITA

LEGGI ANCHE VIA BACCA PER TIELEMANS

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy