Ceccarini: “Bonucci? Non c’è molta differenza tra domanda e offerta”

Ceccarini: “Bonucci? Non c’è molta differenza tra domanda e offerta”

Le dichiarazioni dell’esperto di mercato a TMW Radio.

 Niccolò Ceccarini è intervenuto a TMW Radio: “Stanno trattando in maniera serrata, il Milan ha fretta di chiudere e c’è il gradimento del giocatore. La Juve chiede 40 milioni non trattabili senza contropartite, è una trattativa da monitorare e può succedere di tutto. La volontà del giocatore è fondamentale in queste operazioni, altrimenti non si comincia proprio a parlare. Sono sorpreso, perché in un’intervista di qualche giorno fa, Allegri disse che Bonucci era un leader e quindi aveva fatto capire che una cessione fosse inimmaginabile. Forse c’è volontà da parte di Bonucci di provare altre esperienze e non allontanarsi dall’Italia. Non c’è molta differenza tra domanda e offerta”.

La Juve è rimasta sorpresa da questa situazione o era consapevole di poter far a meno del giocatore per la prossima stagione? “La Juve era in contropiede su Dani Alves ma un po’ meno sui centrali, perché c’è un progetto che riguarda anche Caldara e su Bonucci sapevano ci fosse movimento. Adesso serve subito un giocatore, ci sono tre ipotesi: anticipare Caldara, provare a prendere De Vrij, o andare su Manolas, ma tutti e tre questi obiettivi sono complicati da raggiungere per motivi diversi. C’è però necessità, secondo me, di aumentare numericamente il numero dei difensori”.

Seguici anche su Telegram: clicca qui e scopri come

IlMilanista.it

2

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy