Cannavaro: “All’estero il calcio lo si vive con più serenità”

Cannavaro: “All’estero il calcio lo si vive con più serenità”

L’ex interista: “Se non vinci ti mandano via, ma si vive in modo diverso. Chiedete a Conte, Ancelotti”

MILANO – Fabio Cannavaro, ex interista, ha parlato a Radio Deejay: “All’estero? Una volta che uno si abitua all’estero, si fa fatica a tornare. All’estero il calcio si vive in modo diverso, con più serenità. Leggi meno giornali, ascolti meno radio, i tifosi ti stressano meno. La pressione c’è, uguale come da noi. Se non vinci ti mandano via, ma si vive in modo diverso. Chiedete a Conte, Ancelotti. Antonio ora è più sorridente, anche se è vero che gli ottimi risultati aiutano ad allontanare tutto”.

“Ct che allena club? Sì, ma per un club sarebbe difficile da accettare questa situazione. Non so se la Juve, il Milan o il Real Madrid accetterebbe questa opzione”.

“Ferrara? Per forza, è arrivato sesto in campionato ma ha fatto bene. Mi ha fatto un grande favore, battendo le mie rivali in campionato (ride, ndr)”.

“Napoli senza Milik? Ci pensano Hamsik e Insigne. Anche se devono tirare fuori qualcosa in più in questo momento, senza una punta si fa fatica ma la squadra gioia bene. Questo fa ben sperare”. Intanto Montella svela la formazione….

LEGGI ANCHE ROMAGNOLI NON RECUPERA

LEGGI ANCHE NIANG: “IO CAPITANO”

LEGGI ANCHE LE ULTIME SUL CLOSING

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy