Buffon: “Il Milan va rispettato, può essere molto pericoloso”

Buffon: “Il Milan va rispettato, può essere molto pericoloso”

Il portiere della Juventus: “600 presenze? Fa piacere che qualcuno le conti per me e ogni tanto mi renda partecipe di questi traguardi, sono contento e penso che non sarà l’ultima”

MILANO – Gianluigi Buffon, portiere della Juventus, ha parlato in conferenza stampa in vista della sfida con il Milan:

LA A IN QATAR – “I conti dovranno farli i dirigenti, noi ci stiamo avvicinando allo sport-business. È chiaro che devi avere prima di tutto i protagonisti che attirino i tifosi e poi avere delle squadre forti, con giocatori riconoscibili e riconosciuti. Lo sport in generale, non solo il calcio, con l’esempio dell’NBA che gioca a Londra, sta stravolgendo i canoni. Però questo avvicina altri mondi, che avevano una percezione non reale di quanto valeva il tuo prodotto”
CAMBIAMENTI – “Sta cambiando il calcio, così come sta cambiando il Mondo. Non si parla di stravolgimento, ma di un cambiamento dove vengono prese delle iniziative diverse. Ciò non vuol dire che queste iniziative siano peggiori, andranno valutate dopo e bisognerà vedere cosa avranno portato a livello di entusiasmo ed economico”
SCONFITTE – “Non si metabolizza bene una sconfitta, figurarsi due sconfitte consecutive. Qui abbiamo già perso con il Napoli, non vogliamo perdere ancora e per questo domani cerchiamo la vittoria. Ci stiamo abituando a vincere, non alla sconfitta. Mondiale 2022? Il Mondo si sta evolvendo, vanno date le occasioni a chi ha la forza e le idee per proporre un prodotto migliore. Le somme si tireranno alla fine, ma le credenziali sono sicuramente ottime”
PRESSIONI – “Mi piace avere le pressioni, sapere di essere sempre sotto osservazione, che possono aggredirti ogni volta che fai un piccolo errore. In maniera anche masochistica si va incontro a queste cose, le critiche non devono mai mancare”
MILAN – “Può essere molto pericoloso e va rispettato, abbiamo già pagato dazio a San Siro e anche negli anni precedenti ci hanno creato grandi grattacapi. La soglia dell’attenzione è molto alta, queste sono occasioni che non si possono fallire”
FINALE – “Già il fatto che si giochi una partita dà stimoli, le motivazioni ci sono. Con la Supercoppa ho un buon feeling, spesso ricordo l’unica che ho perso qua con il Napoli che mi brucia ancora. Farò di tutto per vincere”
600 PRESENZE – “Fa piacere che qualcuno le conti per me e ogni tanto mi renda partecipe di questi traguardi, sono contento e penso che non sarà l’ultima. Cè ancora da dare qualcosina, a cominciare da domani dove ci giochiamo un trofeo. È una finale e bisogna fare di tutto per cercare la vittoria”.  Ma intanto guardate come si prepara la Juve

LEGGI ANCHE BONAVENTURA LANCIA LA CARICA

LEGGI ANCHE LE LAMENTELE DELLA JUVE

LEGGI ANCHE ORSOLINI SUL MILAN

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy