Bucchioni su Juve-Milan: “I rossoneri non sono più quelli brillanti e determinati di inizio stagione”

Bucchioni su Juve-Milan: “I rossoneri non sono più quelli brillanti e determinati di inizio stagione”

Bucchioni ha parlato di Juventus-Milan, ma non solo.

Enzo Bucchioni è intervenuto ai microfoni di TMW Radio: “Juve-Milan?Sarà una storia diversa, perché i rossoneri non sono più quelli brillanti e determinati con grande corsa di inizio stagione. Era una situazione inevitabile perché il Milan non ha una panchina adeguata, nel momento in cui i giocatori importanti come Locatelli, che è stato tre mesi veramente determinante è sembrato un po’ stanco, qualcosa si è perso perché non c’erano alternative. Niang ha fatto un crollo verticale, quando nei primi mesi era stato importante. Anche in difesa con l’assenza di Romagnoli qualche problema c’è stato. Con il Torino ha passato il turno ma per demeriti del Torino che sul 2-0 non è stato capace di gestire la partita. Poi la sconfitta con il Napoli prendendo 2 gol in meno di 10 minuti. Ha fatto grosse cose il Milan inattese, Montella ha fatto uno straordinario lavoro, ridando senso a questa squadra, senso di appartenenza e voglia di fare. Per stasera non è il momento di massima condizione, mentre la Juventus ha trovato l’assetto più consono”.

L’AVVERSARIO – “Voglio anche una riprova dalla Juve. Voglio capire se Allegri continua a credere in una Juve a trazione anteriore…mi aspetto che la strada segnata non venga abbandonata magari con un 4-3-3. Credo fermamente che il reparto della Juve più forte questo anno è l’attacco e lo devi sfruttare, è inutile andare a giocare con 5 centrocampisti se ne hai due buoni e gli altri fanno fatica. Con il 3-5-2 non va bene”.

Milan che tipo di formazione ti aspetti? Deulofeu lo vedremo già in campo?
“Io credo di sì, perché l’ha voluto fortemente Montella è un elemento fresco, è vero che in due giorni è difficile inserirsi ma è anche vero che il Milan non è il Napoli, non ci sono meccanismi così ristretti. Mi aspetto che a partita in corso venga impegato proprio per le difficoltà di Niang. Quando il Milan gioca con Bonaventura sull’esterno sinistro Deulofeu è un centrocampista in più, con senso del gol. E’ capace di saltare l’uomo, con l’Everton però non ha fatto benissimo, ci ricordiamo delle sue giocate quanto era nelle giovanili spagnole. Per lui sarà una verifica. Il Milan forse tiene più che la Juve alla Coppa Italia, può essere per i rossoneri un obiettivo stagionale. Mi aspetto stasera la formazione migliore!”

Niang…è un addio sicuro?
“Se il giocatore accetta, il club è orientato a venderlo, o a piazzarlo altrove. Io conosco abbastanza bene Montella, i giocatori che non lo seguono e che non si comportano da professionisti sempre e comunque non fanno parte del suo modo di intendere il calcio, e di intendere lo spogliatoio”.

Cosa intendeva quando Montella diceva un po’ lo so un po’ faccio finta di non sapere a cosa è dovuto questo calo?
“Il giocatore ha dimostrato di non essere completamente disponibile a fare quello che dovrebbe, una vita da professionista vero. Quando sei a certi livelli e percepisci certi stipendi lo devi sapere da solo cosa devi fare. La carriera di Niang è costellata da situazioni strane, incidenti stradali, tuffi in piscine… E’ l’atteggiamento che ha il giocatore quando va in campo che ha fatto arrabbiare Montella, in certe partite quando è subentrato, ha dimostrato di essere svogliato, non gliene importava della partita, non ha lavorato per i compagni, come se tirasse indietro per fare un dispetto all’allenatore che lo ha escluso. Questo atteggiamento è il peggio che puoi avere da professionista in assoluto, non se lo potrebbe permettere nemmeno Messi. Così diventa un giocatore inutile, e sono i compagni i primi a non volerlo, perché in una squadra in cui corrono tutti se uno tira contro è un problema, e potrebbero tollerarlo se diventasse determinante, ma non lo è più ed è giusto che cambi aria. Bisogna capire che per diventare un giocatore vero non bastano qualità tecniche e fisiche ma ti devi comportare in un certo modo”. Intanto ecco le parole di Montella…

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL MILAN

LEGGI ANCHE NIANG AL WEST HAM

IL DORTMUND APRE ALLA CESSIONE DI AUBAMEYANG

IL CROTONE VUOLE ELY

MILAN PENULTIMO IN UNA SPECIALE CLASSIFICA

IlMilanista.it

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy