Bojinov: “Il Milan non rappresenta più la grandezza che ho conosciuto io”

Bojinov: “Il Milan non rappresenta più la grandezza che ho conosciuto io”

Le parole dell’ex attaccante della Juve alla Gazzetta dello Sport

di Redazione Il Milanista

Valeri Bojinov ha parlato alla Gazzetta dello Sport: “Premessa. Il Milan come tutta la Serie A non rappresenta più la grandezza che ho conosciuto io. Alla Juve ero in camera con Nedved e il suo Pallone d’Oro. Ho segnato il primo gol a San Siro il 6 gennaio 2005 quando Sheva sollevava il suo di Pallone d’Oro. Segnai a una squadra che aveva Dida, Cafu, Nesta, Maldini, Pirlo, Kakà. Andavi lì e pensavi: se tutto va bene gli lascio tre punti. In mezzo giocava Gattuso: Rino è una leggenda, con il tempo diventerà un nuovo Mourinho. In questo Milan giocherei senza problemi e non perché Kalinic e Silva faticano. Giocherei perché sono al loro livello. Cutrone mi piace ma non è un campione: ‘il ragazzo’ mi piace perché sa darsi da fare”.

Ti possono interessare anche:

Cutrone come Bierhoff e più di Van Basten e Inzaghi

Puma-Milan: accordo intorno ai 15 milioni all’anno per 5 stagioni

Tuttosport – Sfuma Max Meyer

Corriere dello Sport – Il doppio Milan di Gattuso

Seguici anche su: Facebook / Instagram Twitter

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy