Antonini, ora agente Fifa: “Incommentabili le parole di Berlusconi su Montella”

Antonini, ora agente Fifa: “Incommentabili le parole di Berlusconi su Montella”

L’ex calciatore del Milan racconta la sua scelta di diventare procuratore e commenta l’andazzo dei rossoneri e le parole dell’ex presidente sul tecnico

MILANO – L’ex difensore del Milan Luca Antonini ora intraprende la strada da agente Fifa al fianco di uno dei big d’Italia. “Sto collaborando con Claudio Vigorelli, alla ricerca di giovani talenti”, confessa ai microfoni di TuttoMercaroWeb. Poi continua a spiegare la sua scelta: “Ho grande voglia e ambizione, di calcio ci capisco e voglio differenziarmi dal resto dei miei colleghi. Faccio l’agente, sono procuratore a tutti gli effetti e voglio fare il mio lavoro nel migliore dei modi”.

antonini milan
antonini milan

 

Un Milan che fatica al momento, ma è tutto normale per Antonini: “Ha cambiato tanto e quindi dimostrato di avere coraggio. Va dato del tempo a Montella e alla squadra per amalgamarsi”. Difficile dire dove possono arrivare i rossoneri: “È un punto interrogativo. Dipende dai prossimi impegni, nel calcio contano i risultati. Già il campionato è spaccato in due, gli scenari sembrano abbastanza delineati. Il Milan può ambiare ai primi quattro posti per tornare nel novero delle grandi, ma deve anche mettere in conto che non tutto può andare in maniera lineare”.

Berlusconi ha detto che non avrebbe mai puntato su Montella: “Il Presidente lo conosco da tanto tempo, gli voglio bene. Non ho mai commentato quello che ha detto, ho troppo rispetto per le sue parole. Ma se la società ha deciso di puntare su Montella, vuol dire che il tecnico ha le qualità per portare in alto questo Milan. Berlusconi comunque è un grande appassionato dei colori rossoneri e ripeto, ho troppo rispetto per lui e le sue parole”.

Seguici anche su Telegram: clicca qui e scopri come

3

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy