Ancelotti: “Nessun limite alla mia carriera, ma per ora niente Nazionale”

Ancelotti: “Nessun limite alla mia carriera, ma per ora niente Nazionale”

L’ex tecnico rossonero: “Non smetterò di allenare a 60 anni come Guardiola”

MILANO – Carlo Ancelotti ha rilasciato una lunga intervista a La Stampa, ecco alcune delle sue dichiarazioni: “Futuro? Nessun limite alla carriera, non smetto a 60 anni come Guardiola. Mi piace molto quello che faccio, per questo non sento né pressione né stress. Nazionale? In questo momento il desiderio di allenare tutti i giorni è troppo grande per poter pensare di allenare una Nazionale. Se un giorno dovessi cambiare idea, penserò anche a quale.”

Juventus? Certamente ha le qualità tecniche e caratteriali per poter competere alla vittoria finale della Champions League. È vero anche che i top club non si sono espressi al meglio nella prima parte della stagione, ma in questa seconda fase tutti miglioreranno. Bayern Monaco compreso.”

L’estero? In Inghilterra e in Germania ho imparato che la partita di calcio può essere vissuta come uno spettacolo e non come una guerra. In Italia e in Spagna che la passione e la rivalità sono una forte motivazione per tutti. E in Francia che il calcio non è l’unico sport, ma ce ne sono altri altrettanto belli e appassionanti. Come rugby e pallamano, per esempio. L’esperienza all’estero è molto interessante, ma non ha cambiato il mio modo di essere. Cioè l’orgoglio di essere italiano. Hobby? Sono un appassionato di cinema. Robert De Niro è il più bravo di tutti. Intanto ecco il colpaccio del Condor…

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL MILAN

LEGGI ANCHE DEULOFEU SI RIAVVICINA

RINNOVO DI GIGIO IN STANDBY

LEGGI ANCHE AUBAMEYANG OBIETTIVO NUMERO UNO

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy