Albertosi: “Milan? Altalenante, mi auguro riesca ad arrivare tra le prime 6”

Albertosi: “Milan? Altalenante, mi auguro riesca ad arrivare tra le prime 6”

L’ex: “Rivera? Rideva poco, era sempre per i fatti suoi. Come giocatore era indiscutibile, è stato uno dei migliori italiani. L’uomo in più di quella stagione è stato Maldera”

MILANO – Enrico Albertosi, storico portiere rossonero, ha parlato a TMW Radio: “Il calcio di rigore parato ad Altobelli? Era una giornataccia, parando quel penalty ho un po’ sollevato l’umore. Non stavo bene, ho giocato una partita che, forse, non avrei dovuto giocare. Parare un rigore nel derby è un fatto eccezionale. Quel campionato l’abbiamo vinto a Perugia, pareggiando 1-1. Rivera? Rideva poco, era sempre per i fatti suoi. Come giocatore era indiscutibile, è stato uno dei migliori italiani. L’uomo in più di quella stagione è stato Maldera: lo chiamavamo cavallo, galoppava sulla fascia sinistra e andava a concludere. Liedholm era un allenatore fortissimo, insegnava delle cose incredibili. In più riusciva a capire quello di cui avevamo bisogno. Quell’anno avevo un ristorante e facevo tardi la sera. Il sabato mattina mi diceva: “Ricky hai fatto tardi? Allora bagno e massaggio”. Collovati e Baresi erano due giocatori che giocavano d’anticipo. Oggi ci sono pochi difensori come loro. Erano intelligenti, non buttavano via la palla. Si erano integrati al massimo. Milan attuale? Non è facile dire dove può arrivare, alterna partite buone ad altre meno buone. Mi auguro che riesca ad arrivare nelle prime sei ed entrare in Europa”. Intanto Romagnoli parla dal ritiro…

LEGGI ANCHE IL FUTURO DI BERLUSCONI

LEGGI ANCHE ANCELOTTI PARLA DI MILAN

LEGGI ANCHE MILAN SU DRIUSSI

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy