Adriano Galliani a Milan Tv: “Un sogno? No è una realtà meravigliosa che si è avverata”

Adriano Galliani a Milan Tv: “Un sogno? No è una realtà meravigliosa che si è avverata”

L’ad: “Nessuno in Europa gioca con un portiere e un regista di quell’età”

MILANO – Dopo il successo contro la Juventus Adriano Galliani ha parlato a Milan Tv: “Donarumma? Sono andato ad abbracciare Gigio, sanguinava per il calcio di Pjanic”.

Cosa provo? Sto provando molta gioia. Ho parlato con Berlusconi e anche lui provava molta gioia. Sono 16 punti nelle ultime 6 partite. E’ incredibile, stratosferico. Incredibile che la partita l’hanno vinta un ’98 e un 99′. Quando ho visto partire il tiro di Khedira..mi si è ghiacciato il sangue. Poi Gigio è straordinario. Mi sembrava simile alla parata di Abbiati a Perugia”.

“Il gol di Locatelli? Leggendario. Bellissime entrambe le reti. Nessuno in Europa gioca con un portiere e un regista di quell’età. I giovani del settore giovanile che vanno in prima squadra è la dimostrazione che abbiamo fatto qualcosa di buono”.

“Romagnoli? Ormai è un po’ vecchietto (ride Ndr). Lui è un fenomeno. Paletta gioca in modo incredibile e non sbaglia un intervento. Ora abbiamo una coppia di difensori centrali super super super. Romagnoli sicuramente sarà il difensore centrale della Nazionale per 10 anni. Quando finiranno la carriera quelli della Juve sarà lui il più forte”.

“Muntari? Era nello spogliatoio del Milan e mi ha parlato. (Ride) non voglio dire altro”.

“La Juve? Nettamente la squadra più forte che c’è in Italia. E’ fantastico avere vinto e posso dire che la Madonnina non ha fatto sconti. Zero punti a San Siro e non so quante volte sia successo. E’ un segnale che la vecchia Milano sta tirando fuori la testa”.

“Gioco? Molto bravo l’allenatore. Mi piace Abate alto con i 3 dietro. Siamo duttili e cambiamo in partita. Bene, anche se tra 3 giorni c’è una trasferta difficile. Questa sera gioiamo”.

“Montella? Avevamo provato due anni fa a prenderlo, ma era troppo caro”. (Entra Montella sorridente a salutare)

“Un sogno? No è una realtà meravigliosa che si è avverata. Si sentiva un’atmosfera molto positiva. C’erano le premesse per fare una buona partita”.

“Cosa dico a Locatelli? Nulla, ha una mamma e papà che fanno un ottimo lavoro. La famiglia è la base che aiuta il ragazzo a crescere bene. Così come i genitori di Donnarumma. Dopo 30 anni capisco più i genitori dei giocatori”.

“I centrali? Paletta con l’esperienza sta aiutando a crescere quel campione che è Romagnoli. E’ un esempio positivo”.

“Italiani e sudamericani? Va tutto bene e tutti si impegnano al massimo. Non c’è un problema. Le persone sono cambiate molto dallo scorso anno. Siamo soddisfatti”.

“Juve ricca? Loro sono una grande squadra. Hanno i ricavi dalla Champions e sono meritati. Hanno una grande società. Sono fortissimi e ancora nettamente primi. Sono i favoriti”.

Intanto c’è la sentenza sulla Juventus…

LEGGI ANCHE LAPADULA PARLA DEL SUO ADDIO

LEGGI ANCHE LE PAROLE DI NESTA SU MILAN JUVE

LEGGI ANCHE LE PAROLE DI PIRLO SU MILAN JUVE

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy