Milan-Lazio, le pagelle di Tiziano Crudeli

Milan-Lazio, le pagelle di Tiziano Crudeli

Ecco le pagelle di Tiziano Crudeli per gli amici de “ilmilanista.it”

di Redazione Il Milanista
Milan-Frosinone, le pagelle di Tiziano Crudeli

MILANO – Il Milan ha vinto lo scontro diretto contro la Lazio a San Siro: ecco i voti di Tiziano Crudeli.

Reina 6,5 – Molto reattivo ad inizio partita su Immobile, a fine primo tempo viene graziato dal palo.

Calabria 5,5 – Non sempre pulito in fase difensiva, accompagna poco l’azione quando bisogna attaccare. Nel secondo tempo viene sostituito per infortunio.

Musacchio 6 – Soffre i movimenti di Immobile, ma prima Reina e dopo il palo sbarrano la strada al centravanti biancoceleste. A fine partite si procura il calcio di rigore.

Romagnoli 6 – Un paio di chiusure interessanti nel primo tempo, nella ripresa si fa male ed è costretto ad uscire.

Rodriguez 5,5 – Romulo gli crea qualche problema, soprattutto nei primi minuti del match. In fase offensiva non si vede praticamente mai.

Kessié 7 – Corre, lotta e sgomita per tutta la partita. E’ lucidissimo dagli undici metri, trasformando il rigore che vale la vittoria.

Un milanista vero fa colazione con caffè e Gazzetta! Risparmia il 50% sull’edizione digitale!

Segui il Milan ogni giorno con l’edizione digitale della Gazzetta dello Sport a 9,99 al mese anziché 19,99.

Bakayoko 6 – Sempre presente in fase d’interdizione, ma quando bisogna impostare il gioco va un po’ in difficoltà.

Calhanoglu 6,5 – Da mezzala si rende molto più utile che da esterno. Si dà da fare rincorrendo gli avversari in ogni zona del campo. In fase offensiva potrebbe fare di più.

Suso 5,5 – Muovendosi sulla fascia è sempre fuori dal gioco. Fa un po’ meglio quando si accentra e va a giocare tra le linee. Negli ultimi minuti Strakosha fa un miracolo su un suo sinistro diretto all’incrocio.

Borini 6,5 – Tatticamente preziosissimo: galoppa su tutta la fascia senza sosta, dando una grande mano anche in difesa.

Piatek 6 – Non la sua miglior partita: Acerbi lo contiene bene e nel primo tempo, quando si presenta l’occasione di segnare, spedisce di testa il pallone sul fondo.

Laxalt 6 – Viene chiamato in causa dopo l’infortunio di Calabria: entra bene in partita sfruttando la sua velocità nelle ripartenze.

Zapata 6 – Mancava dal campo da fine gennaio: entra nella ripresa prendendo il posto di Romagnoli, mettendo la sua esperienza a disposizione della squadra.

Cutrone ng – Entra a pochi minuti dalla fine, dando respiro a Piatek.

Gattuso 6,5 – La prestazione della squadra non è esaltante, ma grinta e cuore non mancano mai. Arrivano tre punti che pesano come un macigno nella lotta per la Champions League.

 

Intanto, si chiude il doppio scambio: ecco i primi due colpi del Milan > CLICCA QUI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy