Sacchi: “Berlusconi ha il Milan sotto pelle”

Sacchi: “Berlusconi ha il Milan sotto pelle”

L’ex tecnico racconta dell’era Berlusconi

MILANO – Arrigo Sacchi ha raccontato l’era d’oro di Silvio Berlusconi al Milan alla Gazzetta dello Sport: “Credo che ci siano stati tanti fattori a indurlo a pensare di poter lasciare il Milan. Ma se lo farà, lo farà davvero togliendo una parte di se stesso. Ho visto un uomo prendere tranquillanti per resistere, tanto viveva una partita importante. Era molto coinvolto, sempre. Ha il Milan sotto la pelle, per questo non è facile separarsene. Il suo avvento nel calcio è stato un evento simile a quello che potrebbe succedere se in uno stagno arriva una valanga. Ribalta tutto. Alla fine degli anni Ottanta era così, era tutto fermo. E Silvio era avanti di parecchio. Tempo fa ho cenato con Rijkaard che mi ha detto: ‘Sa, parlavo con Van Basten l’altro giorno e ragionavamo sul Milan. Eravamo avanti di dieci anni’. E io ho risposto: ‘Ti sbagli, erano venti’. Berlusconi ha portato nel calcio italiano cose inimmaginabili in quel periodo e anche dopo. E il calcio italiano lo rimpiangerà”.Nel frattempo si inizia a muovere il mercato rossonero…

Ilmilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy