RINASCITA – Cerci, da panchinaro a speranza

RINASCITA – Cerci, da panchinaro a speranza

rinascita

RINASCITA – Dopo averlo seguito a lungo per tutta l’estate 2014, anche nel mercato invernale il Milan tornò alla carica su Alessio Cerci, che intanto si era trasferito dal Torino all’Atletico Madrid: a gennaio, infatti, l’ex Roma e Fiorentina sbarcò a Milanello dopo essere stato inserito nello scambio di prestiti di 18 mesi con Fernando Torres. L’attaccante esterno italiano, che era stato uno delle richieste di Filippo Inzaghi, era arrivato con grandi aspettative, ma fin dal primo giorno trovò diverse difficoltà, anche perché in Spagna aveva giocato molto poco. L’impatto di Cerci nel Milan fu quindi molto deludente e pure con Sinisa Mihajlovic le cose non sono state semplici all’inizio, anche se ora sembra essere cambiato tutto.

TITOLARE – Come racconta questa mattina La Gazzetta dello Sport, dopo tante voci che lo volevano lontano da Milanello e tante panchine, dal 17 ottobre l’ex granata ha conquistato una maglia da titolare proprio contro il Torino e da quel giorno non è più uscito dall’undici iniziale. Ovviamente è presto per parlare dell’inizio di una nuova storia, ma di sicuro questo è il momento migliore di Cerci da quando è al Milan. Domenica contro il Sassuolo, per esempio, l’esterno rossonero ha fatto vedere ottimi guizzi e belle giocate sulla fascia destra, tanto da uscire per la prima volta dal campo tra gli applausi dei tifosi milanisti.

CAMBIO DI MODULO – L’esplosione di Alessio è stata senza dubbio favorita dal cambio di modulo: il 4-3-3 è infatti il sistema di gioco ideale per le caratteristiche del numero 11 rossonero, che si può adattare perfettamente eventualmente anche al 4-4-2. Domani sera, il Milan ospiterà il Chievo a San Siro e Cerci sarà nuovamente titolare (per la terza volta di fila, mai successo in rossonero): sarà questa l’occasione giusta per confermare la crescita messa in mostra contro il Sassuolo e dimostrare a tutti che il vero Cerci sta finalmente tornando.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy