Papà Aubameyang sta dalla parte del Milan

Papà Aubameyang sta dalla parte del Milan

Il club rossonero ha un asso nella manica nella lotta per accaparrarsi l’attaccante del Borussia Dortmund: è il padre del giocatore, con il quale i milanisti vantano un rapporto speciale

MILANO – Pierre Emerick Aubameyang è un obiettivo di mercato concreto per il Milan, intento a completare la rosa, specie in quel reparto offensivo che ha destato tante preoccupazioni nella scorsa stagione.Ora la rivoluzione del nuovo Milan è in atto, ma per ora Aubameyang resta sogno guardando le cifre che girano attorno alla punta del Borussia Dortmund.Aubameyang Milan

Il club rossonero tutto sommato però un po’ci crede: non si tratta assolutamente di uno di quei sogni irrealizzabili, ci vogliono “solo” un grande, anzi grandissimo sforzo economico e la disponibilità del giocatore.

La società manenghina però può giocarsi ancora qualche carta per provare ad affondare il colpo sull’attaccante gabonese che, la maglia del Milan, la ha già indossata in passato nelle giovanili, nonostante su di lui ci siano le pressioni dorate del ricco Tianjin di Fabio Cannavaro.

Il Milan ha un asso nella manica: il padre di Aubameyang

 

Stabilire un rapporto con la famiglia dei calciatori pare sia diventata un’abitudine per il Milan. E così, dopo aver convinto Donnarumma a rinnovare grazie al lavoro intenso fatto anche sul padre del ragazzo e sui familiari, ora il club milanista ci riprova, provando a giocarsi la stessa carta anche per forzare la mano su Aubameyang.

E infatti, secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, Pierre ‘Yaya’ Aubameyang, il padre di Pierre Emerick, ha avuto un rapporto molto particolare con il Milan che, oltre ad aver tesserato tutti e tre i suoi figli – anche Catilina e Willy militarono nelle giovanili rossonere – , lo mise anche sotto contratto per un breve periodo come osservatore. Un rapporto di stima mai interrotto e che ora potrebbe rappresentare la carta giusta per convincere il ragazzo a tornare a Milano.

aubameyang

L’ostacolo è legato alle cifre

Il problema principale per il trasferimento in rossonero del giocatore restano le cifre: Pierre Emerick Aubameyang sta chiedendo un ingaggio di almeno 8 milioni di euro a tutti i club che si stanno avvicinando a lui. Il Milan non può e non vuole spingersi a tanto poichè all’ingaggio va aggiunto anche il costo del suo cartellino, di almeno 70 milioni, da pagare al Borussia Dortmund.

Tuttavia pare che il club rossonero abbia deciso di affondare sul serio il colpo con un’offerta che andrebbe molto vicino alle richieste dell’attaccante: si parla di 7,5 milioni di euro l’anno. Con l’aiuto di papà Yaya il Milan sogna di ottenere lo sconto, ma resta alle spalle la pressione proveniente dalla Cina: Fabio Cannavaro e il suo Tianjin insistono con le offerte da capogiro.

 

L’offerta del Tianjin per Aubamejang

Ma forse Aubameyang non è ancora pronto a lasciare l’Europa, vuole rimandare: ma per tranquillizzare il Milan su questo fronte si attende il 15 luglio, quando il mercato cinese sarà ufficialmente chiuso.

Seguici anche su Telegram: clicca e scopri come

3

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy