Montella: “Contro il Milan eri stimolato a volerli battere”

Montella: “Contro il Milan eri stimolato a volerli battere”

L’allenatore ha risposto ai tifosi rossoneri con l’ashtag Askmontella

MILANOVincenzo Montella ha risposto oggi ai tifosi nell’attesissimo #AskMontella. I fan hanno infatti avuto la possibilità di sbizzarrirsi e tra domande e risposte c’è stata molta ironia. Andiamo a rivivere i momenti salienti:

Il momento preferito della storia rossonera?  “Sicuramente il 4-0 allo Steaua Bucarest a Barcellona”.

Il piatto preferito? “Gli gnocchi che faceva mia mamma e la pizza o Marinara o Margherita”.

Cosa pensavi quando hai affrontato il Milan da giocatore? “Che era una squadra forte e che era un piacere giocarci contro. Eri stimolato a volerli battere”.

Come mai sei diventato allenatore? “All’inizio la curiosità e poi la passione. Ogni giorno la passione aumenta”.

L’allenatore preferito della storia rossonera? “Sono indeciso. Sacchi per quanto ha fatto nel momento storico e le innovazioni che ha portato. Ancelotti per la sua completezza, ma io ho ammirato tanto Capello”.

A quali allenatori ti ispiri? “A tutti e a nessuno. Credo che un allenatore debba essere se stesso e attingere dalle esperienze vissute”.

Se si segna nel derby festeggia con l’Aeroplanino? “Se è un gol importante probabilmente si (ridendo)”.

Meglio giocatore o allenatore? “Sono totalmente diversi, si gioisce un po’ di più d’allenatore per le emozioni diverse e meno veloci”. Intanto Galliani lavora per regalare un colpo a Montella

LEGGI ANCHE LUIZ ADRIANO ALLO ZENIT

Ilmilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy