Milan-Udinese 2-1, Kalinic scatenato rende tutto più facile

Milan-Udinese 2-1, Kalinic scatenato rende tutto più facile

Al Meazza i rossoneri vincono con poche difficoltà. La partita la decide il croato già nel primo tempo con una doppietta. Lasagna illude i friulani.

nikola kalinic milan

Primo tempo

A Milano arriva l’Udinese di un carico Del Neri. Calabria e Kalinic vincono i rispettivi ballottaggi, con ottimi risultati.
La partita si apre con un colpo di scena. Minuto 10, Kevin Lasagna scappa verso Donnarumma e sigla il vantaggio, dopo qualche attimo di pausa, l’arbitro chiede l’intervento del VAR e annulla per fuorigioco.
Proprio Calabria e Kalinic sono i protagonisti della rete dell’1-0 al ventiduesimo. Il terzino raccoglie una palla di Bonaventura e serve al centro l’ex Fiorentina che con una zampata infila Scuffet.
Poco prima della mezz’ora l’Udinese trova il pareggio con Lasagna che approfitta di un orrore di Romagnoli, passaggio orizzontale al limite dell’area, e con un potente sinistro infila l’incolpevole Donnarumma.
Il tempo per esultare è poco, appena 3 minuti. Corner di Suso, la tocca Kessiè e ancora Kalinic da due passi beffa Scuffet.
Finisce così la prima frazione di gioco.

Secondo tempo

La ripresa si apre con una spettacolare rovesciata di Bonaventura servito da Rodriguez, che però si spegna al lato.
Solo Milan nella ripresa. Al 50′ un ottimo Scuffet para un pericoloso colpo di testa di Romagnoli, sulla ribattuta Bonucci non riesce a concretizzare.
Del Neri prova a cambiare qualcosa: dentro Fofana e Bajic per Behrami e Maxi Lopez. Proprio il centrocampista si rende pericoloso con un’azione personale conclusa da un destro violento che Donnarumma respinge. Anche l’altro neoentrato impensierisce i tifosi del Milan, con un colpo di testa che esce di pochissimo.
Anche Montella effettua dei cambi al 70′: fuori uno spento Suso e Bonaventura, dentro Cutrone e Calhanoglu.
Lo spartito non cambia, sempre Milan in avanti. Al 71′ è Rodriguez ad impegnare Scuffet con un calcio di punizione, respinto in corner. Il portiere bianconero protagonista anche qualche minuto dopo su una conclusione da fuori di un ottimo Calabria.
Del Neri se le gioca tutte, dentro Matos per Jankto. Ma è il Milan a trovare la rete, ancora con Kalinic. Esultanza interrotta dal secondo intervento del VAR di giornata. Anche in questa occasione, la posizione di partenza è irregolare.
A dieci dal termine, l’aereoplanino concede la standing ovation al croato, al suo posto Locatelli.
La partita finisce così, con un 2-1 che forse sta un po’ stretto ai rossoneri. La squadra ha espresso un bel gioco, affacciandosi più volte dalle parti di Scuffet che ha limitato i danni per i suoi. Montella può dirsi molto soddisfatto dai suoi che rispondono alla grande al passo falso di settimana scorsa con la Lazio. Kessiè e Kalinic sono devastanti, bene anche la difesa nonostante l’errore individuale di Romagnoli.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy