Milan a caccia di Aubameyang, se non fosse per la Cina…

Milan a caccia di Aubameyang, se non fosse per la Cina…

Il club rossonero deve completare il reparto offensivo dopo avre ceduto qualche esubero: fra i nomi Kalinic, ma anche speranze per l’attaccante del Borussia Dortmund

MILANO – Il Milan deve completare l’attacco, ma intanto sono numerosi gli esuberi. In avanti guarda al centravanti croato Kalinic, per il quale la Fiorentina chiede 30 milioni di euro,  mentre i rossoneri non intendono andare oltre quota 20 milioni.

Ma il giocatore ha già manifestato la volontà di trasferirsi a Milano, e questo dà un motivo in più a Fassone e Mirabelli sono al lavoro per centrare un altro grande colpo. Specialmente se riuscissero a piazzare in uscita Bacca e Lapadula, diretti verso il Genoa. 

Aubameyang Milan

Non  solo Kalinic: ecco Aubameyang

 

Ma c’è un altro nome anche nella lista degli attaccanti: si tratta di un top player che ora gioca in Bundesliga, Pierre Emerick Aubameyang. Come si legge sulla Gazzetta dello Sport, l’attaccante del Borussia Dortmund sta spendendo in Grecia gli ultimi giorni di vacanza, per la precisione a Mykonos: l’isola dei vip.

 

Il Milan attende la risposta di Aubemeyang al Tianjin: ancora speranze

 

Ma per il franco-gabonese c’è dell’altro. Il Tianjin non ha perso le speranze d’ingaggiarlo e la sensazione è che Fabio Cannavaro insisterà sino alla fine della prossima settimana, cioè sino alla chiusura del mercato in Cina: il 15 luglio.

E’ per questo che il Milan segue con evidente interesse questo conto alla rovescia. Se l’assalto cinese andasse a vuoto, scomparirebbe il rivale più pericoloso per i rossoneri, per cui via libera alle speranze.

 

L’offerta del Milan

 

Il ds Mirabelli aveva preso contatto con il giocatore ancora prima del closing, strappando una mezza promessa ai sui familiari, oltre che rappresentanti. Intanto però le super-offerte del Tianjin hanno distratto Aubameyang, che ha così giocato al rialzo sull’ ingaggio.

Sicuramente l’ultima offerta milanista da 7,5 milioni di euro netti a stagione non era concorrenziale con le proposte del club asiatico. Ma i cinesi hanno dovuto rallentare e ciò gioca a favore del Milan che sa bene quanto l’idea di tornare a Milano dalla porta principale stuzzichi il giocatore.

La cosa curiosa è che il prossimo 18 luglio nella prima gara del tour in terra cinese la squadra di Montella affronterà proprio il Borussia Dortmund. I prossimi giorni saranno importanti per capire quale strada prenderà il Milan.

Ma seguici anche su Telegram: scopri come… clicca qui

3

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy