Mertens è da incubo, ma che rabbia sprecare questa rimonta

Mertens è da incubo, ma che rabbia sprecare questa rimonta

Donnarumma è la certezza, Bonaventura male da mezz’ala. Kucka e Niang espulsione da ingenui

MILANO – L’inizio di Napoli-Milan è sfavillante per i rossoneri. Come previsto il possesso palla e il pressing sono le carte giocate da Montella. Il Napoli è bravo ad accorciare immediatamente quando è il Milan ad avere palla e Milik è asfissiante nel pressing. Solo Montolivo sembra non essere in partita. Niang e Suso sono fondamentali nella manovra e le prime occasioni arrivano proprio dai loro piedi. In particolare il francese regala un rigore in movimento ad Abate che spara alto. Gomez ricorda Bonucci per la capacità di impostare e in campo sembra esserci solo il Milan in questa fase della partita. Peccato che tutto dura molto poco.

I fantasmi: La fortuna non è dalla parte di Montella. Prima occasione del Napoli e arriva la rete dell’1-0. Milik si fa trovare pronto dopo il palo di Mertens e i rossoneri sono sotto immeritatamente. Riemergono i vecchi fantasmi e ora è il Napoli a spadroneggiare con i rossoneri che si fanno schiacciare e si scompongono commettendo diversi errori di superficialità. Il Milan prova a non buttare via la palla, ma manca la velocità e il Napoli si chiude sempre agevolmente. Donnarumma ce la mette tutta a evitare il raddoppio, ma alla fine deve capitolare.

Che rimonta: Il secondo tempo comincia come il primo. I rossoneri partono bene e al quinto minuto Niang riapre le danze. Passano 4 minuti e Suso si inventa un gol magnifico. Rimonta capolavoro dei ragazzi di Montella che in 10 minuti riaprono una partita che sembrava già persa. Il Napoli si sveglia dopo i due gol subiti e ricomincia a macinare gioco rendendosi molto pericoloso.

Buttata: Entrambe le formazioni ci provano ed entrambe provano a trovare il terzo gol. La partita diventa davvero emozionante. Alla fine è il Napoli a portarsi avanti e Kucka si fa espellere per proteste. Rimonta buttata e partita finita sulla carta. Il Milan però ci prova e attacca anche in 10. Alla fine si fa espellere anche Niang regalando al Napoli la doppia superiorità numerica. Ci prova anche Romagnoli a farsi espellere inutilmente, ma viene graziato dall’arbitro che non vuole infierire. Il Napoli è più forte, ma il Milan può lamentarsi solo con se stesso per aver buttato via tutto.

Intanto il Milan è vicino all’ultimo colpo..

LEGGI ANCHE DONNARUMMA IN NAZIONALE

LEGGI ANCHE PASALIC C’È LA FIRMA

LEGGI ANCHE LE ULTIME DI MERCATO

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy