Il marchio Milan trasloca in Cina

Il marchio Milan trasloca in Cina

La società rossonera si apre sul fronte orientale per far spazio a una nuova società satellite, la Milan China, a direzione completamente cinese, orientata a estendere il marchio milanista nel continente asiatico ed aumentare i profitti

Di Delia Paciello

MILANO – Il nuovo Milan si apre a nuove frontiere: si muove verso la creazione di una società satellite in Cina. Infatti con la nuova proprietà cinese si fa spazio l’esportazione del marchio Milan verso l’Oriente. La nuova società satellite, a direzione completamente cinese, si chiamerà Milan China: il suo obiettivo è quello di estendere il calcio italiano anche nel continente asiatico e aumentare i ricavi attraverso nuove partnership commerciali. Infatti, secondo Il Giornale, queste premesse rappresentano le prospettive economiche future del nuovo Milan intercontinentale.

Li Yonghong

I cambiamenti con la nuova proprietà

Seppure il passaggio alla nuova proprietà è avvenuto nel bel mezzo del campionato di Serie A, i rossoneri non hanno ancora visto benefici. L’idea era quella di dare nuove prospettive al club e potergli garantire un futuro più roseo, sicuramente in crescita dopo il momento negativo attraversato dalla squadra. Ma ovviamente i risultati non possono vedersi nell’immediato. Le basi tuttavia si sono seminate proprio in primavera, grazie alle operazioni di mercato che hanno visto come protagonisti indiscutibili Massimiliano Mirabelli e Marco Fassino. Parecchie trattative, alcuni acquisti già formalizzati nella embrionale fase di mercato primaverile: è il caso di Musacchio e Rodriguez, ma sonon tanti i nomi di cui si parla per gli innesti in dirittura si arrivo, accanto a grandi colpi all’orizzonte in grado di regalare sogni ai tifosi rossoneri. Insomma, seppur in campo ancora non si nota il cambiamento, ci sono le premesse per un Milan rinvigorito per la prossima stagione dopo il grande lavoro fatto dietro le scrivenie e in giro per l’Europa in cerca di talenti. La nuova dirigenza cinese recita la parte del leone in sede di calciomercato.

 

Intanto le prime indagini della Lega

Al momento, secondo l’edizione odierna di La Repubblica, è attualmente in corso la proceduta per i controlli sulla nuova proprietà rossonera e di conseguenza per l’esportazione del marchio Milan in Cina: tutti gli incartamenti relativi al passaggio di proprietà, richiesti dalla Lega, sono arrivati e adesso sarebbero in fase di traduzione e analisi. Tuttavia la procedura in essere è diventata una prassi comune per tutte le società di serie A che cambiano proprietà da una stagione all’altra.

Ma in Inghilterra nasce un inchiesta su Yonghong Li… CONTINUA A LEGGERE

3

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy