Le voci, Sabadini: “Spero che i cinesi facciano un colpo nel mercato di gennaio”

Le voci, Sabadini: “Spero che i cinesi facciano un colpo nel mercato di gennaio”

L’ex rossonero ha rilasciato una lunga intervista nella quale ha affrontato diverse tematiche relative al momento del club

MILANO – Giuseppe Sabadini ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di TMW Radio: “Le parole di Montella sui cinesi? il tecnico ha fatto una battuta però si sapeva che in linea di massima i cinesi non mettevano determinati soldi. Ho visto che daranno una tranche abbastanza cospicua e si spera facciano un colpo nel mercato di gennaio. Il Milan però ha giovani interessante e bisogna dare fiducia a loro. Poi se a gennaio arrivano i soldi da investire allora la società ha un mese di tempo per cercare un buon giocatore“.

MERCATO – L’ex rossonero ha poi espresso la sua opinione sulle trattative imbastite in estate dal club: “A me Montella piace, a prescindere dal fatto che già quando aveva 16 anni lo avevo già segnalato ai tempi di Venezia. Mi piace come allenatore perché sa come far giocare una squadra ed è una persona per bene. Ha diversi giovani da cui cominciare questo duro lavoro per costruire un Milan che possa tornare in Europa. L’unica cosa che mi dà fastidio è che tutti questi giovani che hanno anche due o tre anni di contratto, appena mettono il naso fuori cominciano subito a chiedere soldi, soldi e soldi. Il cuore non esiste più? Io poco fa ho chiamato Rino Gattuso e gli ho detto che se i giocatori del Milan avessero il 50% del suo cuore forse si comincerebbe a fare qualcosa“.

MISTER – In particolare sull’ex mediano rossonero e la sua seconda vita al timone del Pisa: “In pochi giorni gli ha dato la sua grinta. Tornando ai giovani, devono dimostrare qualcosa. Non è più calcio. Posso capire Donnarumma che effettivamente non ha un ingaggio molto alto, ha delle richieste molto alte ed è giusto un adeguamento. Gli altri, ripeto, devono dimostrare qualcosa. Procuratori troppo influenti? Questo è vero. Nel mio piccolo quando allenavo in Serie C da marzo in poi dovevi stare attento e rischiavi di perdere il giocatore. Purtroppo, ripeto, ci sono determinate regole che andrebbero rivisto altrimenti c’è uno sperpero di milioni“.

STAGIONE – Battuta finale sul momento rossonero, con la squadra reduce dal pareggio del San Paolo: “Ho visto la partita e, sinceramente, non aveva giocato male il Milan. Kucka poi ha perso la testa e la squadra ha sbandato un po’. Non mi è piaciuta la disposizione in campo perché certi giocatori in determinate posizioni non rendono al meglio. Bacca è uno che non sa tenere il pallone in avanti. Va servito dalle fasce laterali. Avrei spostato forse un po’ più centrale Niang perché sulla fascia lo vedo un po’ sacrificato“. Intanto anche i rossoneri restano vigili sul mercato degli svincolati…

ilmilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy